Ha a che fare…

29 dicembre 2008 § Lascia un commento

…con il coraggio del silenzio

…con la paura delle parole

…con una finta tenerezza da sbranare

…con un sorriso felino da spegnere per sempre

…con un morso da dare

…con un sonno da conquistare

…con l’animale da imparare

…con la dolcezza da ascoltare

…con un egoismo che non muore

…con il gelo dell’inverno

…con lo stato brado

…con la lontananza dal branco

…con un amico da curare

…con una fame atavica da sfamare

…con una fonte fresca ed infinita.

…con tante cose da sapere. Ancora.

Il Lupo. Adesso. Lasciatelo stare.

lupo20nella20neve

Mutazioni.

29 dicembre 2008 § Lascia un commento

lupo1

Il sistema delle Spoglie.

29 dicembre 2008 § 3 commenti

prestigiacomoallambiente

 

A Natale si scoprono un sacco di cose. Il fatto di essere un Don Chisciotte del PD a tavola, tra amici e parenti, crea curiosità, rabbia, domande, racconti. Sfoghi violenti, sfottò rassegnati, pacche sulle spalle di incorraggiamento. Insomma, un pò come qui, in salsa di pandoro.

Così scopro che a Roma c’è un serio problema occupazionale perchè dopo più di 15 anni di governo Rutelli-Veltroni un bel pò di persone sono saltate per essere sostituite (si parla di centinaia di persone da “piazzare” e che non hanno un mestiere). Ci sono persino dei Musei ancora chiusi da quando Alemanno è sindaco. In pochi giorni è stata fatta tabula rasa. Credete che pensi sia “solo” colpa di Alemanno? Affatto.

Poi leggo questo in merito ai trombati della PDL alle ultime elezioni.

Forse il primo vero accordo bi-partisan che andrebbe fatto dovrebbe essere quello di mettere gente competente a governare i tentacoli del Paese, dalla Rai all’Eni, dai Musei, ai vari enti pubblici. Questo consentirebbe di evitare quello che si chiama lo spoil system, che impanta il Paese ciclicamente, ci rende poco competitivi (perdita di tempo doppia: rimpiazzare i trombati e imparare il mestiere per i nuovi arrivati, sempre che lo facciano) ed essendo pratica comune impedisce a chi si ha delle responsabilità di prendersele davvero perchè, tanto, sono temporanee.

I nostri politici non devono essere mai incappati nel Dilemma del Prigioniero.

Questo tipo di atteggiamento “spartitorio” e “occupatorio”, in realtà, affligge di più il centro sinistra attualmente, perchè è qualcosa che affligge la politica professionista. Nel centro destra ci sono molti “professionisti” prestati alla politica che possono tornare indietro e “campare” senza politica. Una cosa che dovrebbe fare il PD potrebbe essere quella di cominciare a dare ruoli importanti a gente che ha già un lavoro e può tornare a farlo quando vuole. Questo renderebbe la politica un servizio e non un lavoro e garantirebbe il ricambio. Questo contribuirebbe a “pulire” i quadri dirigenti. 

Io non posso pensare che il ricambio del PD avvenga per tramite di quei compagni di liceo che ognuno di noi ha avuto e che hanno fatto solo questo, quelli che erano già vecchi e cinici a 16 anni, che seguivano le direttive del partito senza pensarle, senza criticarle. A sedici anni bisognerebbe essere anarchici e voler cambiare il mondo.

Vedere un Paese così, spartito come Itaca al tempo dei Proci, divorato come se fosse un pezzo di carne da finire prima che vada in putrefazione, è una tristezza infinita.

Nevica.

29 dicembre 2008 § Lascia un commento

29122008001

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per lunedì, dicembre 29th, 2008 su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 9.088 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: