Rinfreschi aziendali.

27 febbraio 2009 § 2 commenti


Io torno a Roma, lei partorisce, insomma da lunedì non ci siamo più, qui, e a me tocca fare il discorso per entrambe perchè lei fa la finta timida. Così davanti ad una platea di colleghi, dirigenti compresi che si abboffano di chiacchiere (qui si dice bugie) e di plumcake al cioccolato, dico che questi due saluti sono figli delle nuove priorità. Un simpaticone teorico del machismo automobilistico che concepisce l’auto come un prolungamento fallico (ma magari ce capiti sul mio blog a leggere) che mi dà di gomito e mi fa: e tu un figlio? Ridacchiando. Rispondo in modo secco, non vi dico cosa. Il fatto è che lui pensa che una lesbica non possa farlo o che magari proprio non lo vuole nemmeno (l’avanzatone in Marketing&Comunicazione) e la cosa lo diverte.  A me diverte di più vedere certa gente fare la finta aperta sull’argomento. Ovviamente era LUI ad essere in minoranza e questa è la soddisfazione più grande che ho andando via di qui. Ho persino un collega “papà” di una socialella che mi ha adottato. Quasi quasi al tipo di cui sopra gli lascio Quattro sulla scrivania. Dite che si sentirebbe ferito nella sua mascolinità fertilizzante?

About these ads

Tag:

§ 2 risposte a Rinfreschi aziendali.

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rinfreschi aziendali. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 9.141 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: