Civil Partnership

Giusto per discutere di contenuti. Ovviamente continuiamo a parlare del nome che è comunque una battaglia corretta e che condivido e che combatterò. No, non mi accontento nemmeno io.

-possibilità di prendere il cognome del partner;
– dovere di contribuire a mantenere il proprio partner e i figli dell’unione (indicati dalla legge come ‘figli della famiglia’) secondo le proprie possibilità;
– possibilità di stipulare un’assicurazione sulla vita indicando come beneficiario il proprio partner, come avviene per le coppie sposate;
– riconoscimento degli stessi diritti previsti per i coniugi in riferimento alle tasse, alla qualità di lavoratore, alla pensione, per esempio di reversibilità, etc. Per conoscere tutti i dettagli si possono leggere i documenti presentati alle seguenti pagine web. Con riferimento alle pensioni: www.dwp.gov.uk/consultations/2005/index.asp . Con riferimento al fisco e alle tasse:www.inlandrevenue.gov.uk/budget2005/revbn28.htm . Va sottolineato, che le coppie gay che si registreranno perderanno alcuni vantaggi nei confronti del fisco (social security payment) perché i partner saranno considerati una singola unità economica, come le coppie sposate. In riferimento ai benefici riconnessi alla qualità di lavoratore bisogna fare riferimento al Employment Equality (Sexual Orientation) Regulations 2003;
– riconoscimento dei diritti successori ed equiparazione al coniuge (con le differenze che esistono tra i vari regni);
– diritto al risarcimento dei danni in caso di morte del partner per incidente;
– protezione in caso di violenza domestica;
– riconoscimento di diritti relativamente alle norme che regolano l’immigrazione e l’acquisto della cittadinanza.


Ai lettori di questo blog.

Carissimi, e mi rivolgo soprattutto ai nuovi lettori.

Su questo blog da anni si discute in modo animato, ma senza offendere.

Se non siete d’accordo con chi scrive non è necessario, insultare. Non è necessario e soprattutto è inutile.

Qua, si cerca di fare lo sforzo di spiegarsi e di dimostrare le proprie tesi, perchè questo posto non è una curva sud, ma un piccolo laboratorio.

Per esempio, devo dire, che la questione Matrimonio o Civil Partership, sollevata da alcuni di voi, mi ha molto colpito e devo ammettere che c’è un gran fondo di verità. Perchè ci sono molte aspettative sulla candidatura di Marino. Ci tornerò su, tranquilli, e porterò (l’ho già fatto) le vostre osservazioni/delusioni/speranze al più alto livello possibile.  Mi impegno su questo. Promesso.

Però, per favore. Io non sono una burocrate, non prendo soldi dal PD, ho un lavoro ed anche un fegato (nel senso che mi incazzo quanto voi e lo mando in malora insieme ai polmoni con le sigarette che mi sto fumando in queste settimane). Ho detto sempre in faccia a tutti i dirigenti del mio partito cosa penso di loro e del modo di gestirlo: tutti. Da Veltroni a Franceschini, passando per Bersani, persino per Marino. Cerco di lavorare con le persone migliori, che hanno a cuore prima il Paese e poi il partito.

Quindi: consigli, proposte, ben accetti. Accuse e offese no. Anche se tutto verrà sempre pubblicato, come è nello spirito del web, a meno che non si vada proprio fuori dal seminato. Grazie a tutti della collaborazione.

2593bb53e22680c88ca92a359ad4c878