Readingmood#1

12 dicembre 2009 § 5 commenti


Spesso la lettura è più dolorosa della scrittura.

E questo blog è bellissimo.

L’ho trovato aprendo una piccola valigia di cuoio e seguendo un sentiero stranissimo, come quando cammini all’indietro fino ad una notte di neve. Come quando con la lente leggi parole più piccole dei tuoi occhi.

Guardi segni e graffi più forti dei minuti che passano.

Insomma, come quando ricordi.

Annunci

Tag:

§ 5 risposte a Readingmood#1

  • Luigia Panarello ha detto:

    La lettura è odore…La scrittura è gusto…E questi stimoli soddisfano condizioni diverse.Entrambe però si rivolgono a te per suscitare la tua intimità L’odore “arriva” dal tempo per tornare intenso.Il gusto “affiora” dal respiro con le parole,le pause,e dunque diviene sapore di riconoscimento esperto.L’odore reperta i momenti che sono stati,e perciò sempre anche qualcosa di lasciato o perduto,che neppure la vividezza della memoria recupererà realmente,potrà soltanto accennarne l’acutezza.Sei intenta,sei delicata e cauta,ma quello che ritrovi,lo sai lo sai,deperisce nell’emozione.Lo stesso che certi oggetti ripescati dai fondali e dalle grotte:che si polverizzano all’aria,non ce l’hai più non ce l’hai.Quello che ritrovi sulle righe è un’atmosfera che si dilegua con il primo rumore di presente,con un richiamo banale.Vorrei dire:hai ragione,ma hai espresso una verità,e la ragione non è mai così brava,hai colto la poetica della nostalgia,che fuori di metafora è sul serio un sentiero.Ripido,precario,ma ineludibile,se conduce dove desideriamo esistere vicine alle noi stesse che ancora saremo e che fummo allora.Istantaneo e perfetto odore di identità.

    Mi piace

  • Luigia Panarello ha detto:

    P.s.Certo che per fare l’ingegnere,c’hai una testa e un sentimento…caspita!Ho letto il tuo libro in questi giorni,e questo argomento ci sta tutto.Sì la lettura è più dolorosa della scrittura,specialmente se mette nostalgia del paradiso perchè chi lo racconta sa come è,lo sente non l’inventa.Che dire?Complimenti Cristiana!

    Mi piace

  • Luigia Panarello ha detto:

    Ti sei spossata a finire il prossimo?Ah!Ah!Ah!Mi tratti a…faccina di smile…faccia da lenza?Roba da non credere:non esistono più gli ingegneri e le scrittrici di buona creanza in questo evo cinico e baro…

    Mi piace

  • pessima ha detto:

    Merci beaucoup, madame. 😉

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Readingmood#1 su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: