Pensionamento dei professori a 65 anni

Sono molto d’accordo. Putroppo.

Quando il sistema non evolve bisogna forzare i processi, anche tagliando rami che non appaiono ancora secchi.

Stia alla loro passione accademica restare, gratis, a fornire scienza. Se ancora (parlando della maggioranza e senza generalizzare) sono in grado.

Purtroppo le rivoluzioni arrivano quando le riforme non funzionano e, si sa, una rivoluzione è fatta di sangue e lacrime e non di gentili accompagnamenti alla porta.

Leggere Chiara Carozza qui.

E Pirani, su Repubblica, commentato dal Il Post, qui. L’unica cosa che mi piace è che chiama l’operazione “rottamazione”. Sì, mi piace. Rottamiamoli.

p.s. in effetti applicherei il criterio ad almeno una decina di altri settori, il mio Partito per primo anche a soglia di età inferiore.

p.s.2 non riesco più a leggere repubblica (tranne rarissimi casi, sempre tanto per non generalizzare). Per fortuna che c’è il web.