UDC NO.


Bersani mandi al diavolo l’UDC. Si faccia un fronte unitario e compatto: PD, SeL, IDV e quelli della Federazione comunista che vogliono prendersi responsabilità. Chiami i cristiani italiani, quelli che hanno a cuore lo stato e la legalità (non quelli dell’UDC quindi), dia un ultimatum al governo per cambiare la legge elettorale e quando l’appello andrà a vuoto convochi le folle in piazza a chiedere il voto.

Se andiamo al governo con l’UDC cosa cambiamo di questo paese? Solo il nome del premier? C’è da cambiare un sistema. Un sistema fondato sulla corruzione a tutti i livelli. Con l’UDC significa abbandonare il sud, di nuovo. Allora meglio altri 5 anni di B. e poi ripartire dalle macerie quando tutte le dirigenze, anche le nostre, saranno così decrepite da dover stare fuori per forza.

E i 5 punti li dettiamo noi….

1) efficienza dello Stato (no metodo Brunetta, ma incentivi ai dirigenti se no fuori e selezione non politica)

2) abbattimento delle tasse e penalizzazione dell’evasione fiscale fino al carcere

3) contratto di lavoro unico per tutti. Piano Industriale di riconversione su settori regionali potenzialmente sviluppabili con formazione e reinserimento della forza lavoro.

4) aumento dei servizi sociali (asili, scuole pubbliche con taglio di fondi alle scuole private che non hanno bisogno di sostegno) e potenziamento del trasporto pubblico, rimessa in sicurezza di tutte le infrastrutture di base, abbandono del Ponte di Messina, completamento della A3.

5) laicità dello Stato (matrimonio ed adozione per coppie omosessuali e single, testamento biologico, capovolgimento della legge 40, applicazione della 194 anche nel suo ruolo di diminuzione degli aborti)

Vabbé, scusate…magari nel 2020 può essere un programma a cui credere. Però è questa l’Italia che voglio, che ci posso fare?

5 pensieri riguardo “UDC NO.

  1. Almeno in questo momento i buoni rapporti con UDC sono necessari per evitare che Casini venga imbarcato da Berlusconi senza passare dal via, fare un governo ponte e cambiare la legge elettorale. Già è improbabile ora, figuriamoci se rompiamo adesso. Non è ancora il momento IMHO di togliersi la molletta dal naso, cara CA.

    2) non sono favorevole al carcere per gli evasori; in Italia la carcerazione per debiti per fortuna non esiste più;

    3) riduzione delle tipologie di contratto, sicuramente, da 100 e più a massimo una decina, meglio una mezza dozzina.

    4) negli asili le scuole private fanno un buon lavoro, attenzione a toccare questo tasto; nella scuola dell’obbligo invece d’accordo su tutta la linea

    5) si ma un obiettivo alla volta (lo sai come la penso, non personalmente, ma in ottica di conquista dei diritti). La mia scaletta è: legge 40 > DICO > testamento biologico >matrimonio, si formi una task force di persone su questo filone.
    Ad esempio: sulla legge 40 si responsabilizzi, per dire, una donna dichiaratamente lesbica, ovviamente ragionevole, che parli ed acquisti visibilità sul tema con argomenti di saggezza e dati concreti e non con slogan. Sui DICO, il ruolo di punta sia assunto da un cattolico che va a messa tutte le domeniche… confondere le idee, spiazzare l’avversario.
    L’adozione è un concetto che deve nascere dal basso, dopo almeno un mezzo lustro di politiche serene, concordate e non gridate (non solo gridate, almeno).

    La mia visione: un gay pride che in un giorno ed in un luogo si riunisce in un palazzetto (o in uno stadio) e parla con pacatezza di inseminazione artificiale e di diritto delle coppie a non espatriare.

    "Mi piace"

  2. Invece, ti dico che se Casini va di là, molti della Lega si incazzano. Ma prima che vada di là perché gli conviene, dobbiamo essere noi a dire no. Quando saranno loro a dire di no a noi, noi avremo perso anche questa credibilità. E aggiungo che preferisco riperdere le elezioni piuttosto che andarci con loro. Significa abbandonare il sud.

    2) I DEBITI SONO UNA COSA, l’evasione fiscale un’altra. E’ giusto considerarlo un atto di minaccia allo stato. Non pagando le tasse tu danneggi tutti. E in questo senso vai punito. Ovviamente le tasse devono essere “pagabili” e commisurate. Ora non lo sono.

    4) negli asili, è vero, alcune strutture fanno un buon lavoro. I nidi, quasi mai cattolici tra l’altro. Infatti la forma di convenzionare è una buona forma. Ma non basta. Vedere Roma con l’11% di bimbi che trovano posto, contro il 30% del trattato di Lisbona e poi gli altri? L’latro 70%?

    5) troppo faragginoso, secondo me. Capisco la tua prudenza, ma preferisco dire all’Italia questo è il nostro programma, semplice, chiaro e netto. Punto. Ti assicuro che oggi gli italiani hanno voglia di sentirsi dire cose chiare e non cose prudenti. Ma perché dobbiamo metterli in mano ad un dittatore quando anche la democrazia può essere chiara?

    "Mi piace"

  3. io penso questo : tutto fa brodo.
    non so se la cosa più conveniente sia andare tutti uniti contro il Golpista, oppure un terzo polo separato, che gli tolga 2 voti a lui per ogni voto che toglie a noi.
    (anche se, se non esce una maggioranza, al governo con l’udc potresti trovartici dopo)

    ma sia come sia, bisogna che il golpe sia sventato.
    poi dopo si ragiona dell’italia del futuro, e sicuramente l’UDC e noi saremo su barricate contrapposte, spero in un clima più sereno di riconoscimento reciproco.

    ma prima…la parentesi berlusconi , questo ventennio orribile per la nostra patria, va chiusa.

    cosa sarebbe successo se churchill e stalin si fossero messi a litigare, nel 1944 ?

    "Mi piace"

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...