Cortocircuiti

Berlusconi paladino del cattolicesimo integralista quando affermava che, Eluana Englaro alla quale sta per essere staccata la spina, avrebbe potuto avere figli. Berlusconi che divorzia due volte, Berlusconi circondato di donne, foto di lui con in braccio 5 donne, la carica delle escort, ormai innegabile. Berlusconi che difende la Chiesa dagli attacchi su pedofilia e l’aiuta a riportare lo scandalo nel suo giusto obiettivo: i gay che infangano la Chiesa, vedi la famosa inchiesta su Panorama che in realtà era un favore alla Chiesa e l’ennesimo insulto alla comunità omosessuale vista come categoria sessuomane da epurare. Berlusconi che va in guerra con Bush, contro il nemico islamico, alleato della Lega Nord che vede gli islamici come il fumo negli occhi. Quella Lega Nord che dissanguava maiali sulle terre dove dovevano sorgere le moschee del nord.
Poi Berlusconi che ospita Gheddafi, lascia che il dittatore sia libero di essere dittatore anche qui, di perpetrare l’insulto al corpo femminile. La selezione di 400 belle donne che vanno a sentirsi una lezione a pagamento, il Corano in regalo, le vergini offerte al dio di passaggio. Cosa dice Calderoli, islamofobo per eccellenza? E la Lega? E la Chiesa? Solo 4 sparuti parlamentari cattolici osano dire qualcosa? Qualcuno ricorda gli affari tra Italia e Libia per giustificare il silenzio. L’Eni. Ed altro che non cito e che sappiamo. Ma pensiamo davvero che altri paesi non facciano affari con altri paesi “strani”? Eppure non c’è necessità di umiliare un intero paese, la propria coerenza (anche quando non condivisibile, ma almeno lo sia coerenza), le donne. Che schifo. Spero che D’Alema non si faccia venire in testa di andare a salutarlo in tenda anche questa volta. Giuro che ne chiederei l’espulsione dal partito immediata alla commissione di garanzia.