Pronto? E’ la Lega Nord?

Bersani parla alla Lega.

Nel farlo mi ricorda l’esilarante (e deprimentemente vero) video di Salis e Fornario sul Pd a caccia di alleati (se non ci avete pianto su abbastanza, potete rivederlo qui)

Ma andrò subito al sodo e vi chiedo, brevemente di seguirmi, nel mio ragionamento conciso e spero logico che ho costruito sotto forma di domande.

  1. Siamo nel 1996 in cui possiamo avere ancora il dubbio che la Lega cavalchi un malessere, ma sia in realtà forza responsabile? No (vedi alla voce sindaci leghisti e loro provvedimenti, vedi Borghezio, vedi Treviso, vedi Bossi)
  2. Parlando alla Lega, sul suo organo di stampa, stiamo parlando al partito o ai suoi elettori (che sarebbe anche legittimo)? Alla Lega. Proponiamo infatti un’alleanza di poche settimane che prevede che la Lega molli Berlusconi e noi li aiutiamo a far passare il federalismo.
  3. Siamo forse in un momento di stabilità politica in cui non c’è alcun rischio di caduta del governo e quindi questo può essere un furbo colpo basso a Berlusconi? No. Sembra che il governo possa cadere da un momento all’altro (non era meglio aspettare la sentenza del GIP di oggi…per esempio, porca miseria, ma D’Alema non ci parli più? Non ti consiglia più?)
  4. Siamo un partito autorevole, i cui consensi sono in crescita e che quindi può permettersi provocazioni? No.
  5. Ha senso che il segretario del più grande partito progressista, sia pure con intenti di responsabilità, alle soglie di una crisi di governo, non pensi al consenso elettorale e quindi tenga dritta la barra, senza simili cadute di stile? No.
  6. Ha senso rilasciare un’intervista su un giornale xenofobo, in cui prima pagina, nello stesso giorno i migranti in arrivo dal nord Africa vengono definiti l’orda? No.
  7. C’è un malcontento non legato al razzismo insito nella gente del nord? Sì.
  8. Relativamente a quel malcontento, la Lega, in questi 17 anni, lo ha governato cercando di elevare il dibattito o lo ha cavalcato fomentando odio per i musulmani, razzismo contro tutti e derisione per i meridionali, i cosiddetti terroni?La seconda che ho detto.
  9. Abbiamo capito che i veri motivi per cui Bossi appoggia Berlusconi sono tutto fuorché il federalismo (vedi allo voce non lo posso dire però lo sanno tutti)? Non l’ho capito se lo abbiamo capito.
  10. Bersani: hai contato quanti voti abbiamo perso oggi? Cosa ha portato a casa quest’intervista? E’ come quando chiami Casini. Un po’ di furbizia. Diciamo noi di no, almeno un minuto prima che ce lo dicano loro. Almeno per evitare figure di merda.

p.s. ho vissuto a Stezzano. Provincia di Bergamo. Ho preso un sacco di botte perché ero terrona e tifavo per la Roma (ed ero io, ovvio….certo non passavo inosservata). Il razzismo c’è là, ma come in ogni posto va gestito il processo di integrazione, non ci va buttata sopra la benzina, come si fa quando ci si inventa la Padania, ci si trasforma in druidi, si ammazzano i maiali sui terreni per le moschee, si vieta il kebab o si dichiara di voler sparare ai barconi, o si inneggia alla famiglia tradizionale non infettata da altre razze o dai culattoni ed eccetera, eccetera, eccetera.