I nostri soldati nella Commissione Diritti.

Perché è una guerra. E’ una guerra contro l’ingiustizia, l’illogico e la malafede.

A combatterla, insieme ad altri, nella commissione dei Diritti guidata da Rosy Bindi, ci sono Ivan Scalfarotto e Paola Concia che hanno fatto ieri due discorsi a quali bisognerebbe solo dire: scusate, avete ragione, ci vergogniamo.

Ivan: ‎“Io credo che in quanto classe dirigente di questo paese dovremmo provare un senso di profonda e incancellabile vergogna per non essere stati capaci di dare dignità e riconoscimento alla determinazione di milioni di nostri concittadini adulti di costruirsi un futuro insieme. ”

Paola: “A questo punto e in questa sede e’ d’obbligo fare un bilancio serio sulla battaglia sui Dico che ci ha visti protagonisti, per poter reimpostare una battaglia nuova ed efficace: in quel dibattito e scontro politico il punto debole furono le preoccupazioni di una parte dell’opinione pubblica e di una parte del mondo cattolico nei confronti della istituzione di un “matrimonio di serie B per le coppie eterosessuali. A questo punto appare più efficace uscire dall’ambiguità, e da una seppur falsa polemica, e concentrarsi su un istituto giuridico specifico per le coppie omosessuali.”

Il richiamo alla responsabilità di essere dirigenti e non tenutari di interessi particolari da una parte e dell’altra la richiesta, che io condivido profondamente, di un istituto dedicato alle coppie omosessuali e che non consenta di dire a nessuno che si sta costruendo un istituto deresponsabilizzato per gli eterosessuali, fermo restando che stiamo mediando sulla nostra posizione a tutti nota: l’estensione del matrimonio civile.

Ivan e Paola in quella commissione e nel partito NON sono da soli. Questa non è una battaglia di parte.

Quel nodo sciolto lì dentro è un nodo sciolto non per il Pd, ma per tutto il Paese. Senza il PD i nostri diritti NON esistono ed è per questo che spesso amareggiati, sconfortati, incazzati, continuiamo imperterriti la nostra guerra.

Cliccando sui nomi, trovate i discorsi completi fatti da Ivan e Paola.

Vorrei….

….dire qualcosa sulla riforma della giustizia stasera, ma ogni cosa che mi viene in mente è fortemente anticostituzionale ed eversiva. Per cui mi contengo e mi chiedo perché continuiamo a fare scioperetti di 4 ore, piccole manifestazioni di settore il sabato pomeriggio…tutto giusto. Tutto doveroso. Quando blocchiamo il Paese?