Grillopippa, la morte del Terzopollo e la sveglia al PD.

Non ha vinto l’antipolitica. Non ha vinto il Terzo Polo e non ha vinto Grillo che non trova di meglio che offendere il Paese oggi. Ha vinto un Paese che sta chiedendo al centro sinistra (PD, SeL, IDV) di stare insieme e di parlare chiaro. Ha vinto quel pezzo di PD che crede nelle primarie. LO spirito d’avanguardia di SeL. L’idea di giustizia dell’IDV. Hanno perso gli inciuci. Ha vinto la politica sana che si può ancora fare e si deve fare nei partiti.

E’ una vittoria che da’ coraggio alle idee, forza alla politica vera e chiara e laica e smonta per sempre e finalmente qualsiasi ipotesi di architettura partitica fondata su alleanze contro natura e sancisce la supremazia dell’identita’ di una visione strategica sui tatticismi che sembrano appartenene al paleolitico politico. Il PD si prepari al cambiamento radicale e ascolti questo urlo tutto politico ed unanime.

Da nord a sud se tutto quello che è accaduto significa che si puo’ vincere senza inciuci con il terzo polo, senza abdicare alla chiarezza e con una linea laica e aperta ai diritti civili! adesso il PD tragga da questa vittoria il coraggio di dettare la linea di tutta la coalizione e alzi le barricate all’api e all’udc riconfermando un bipolarismo non partitico ma politico!