Nasce “Lezioni di Impolitica, dialoghi su Roma”

16 aprile 2012 § 3 commenti


Da oggi on line su IMille una rubrica dedicata all’ascolto della città di Roma, quella cosa che la politica non sa più fare o stenta a ricominciare. Un’avventura anarchica e letteraria o come diremmo qui, del tutto impolitica.

Il “manifesto” delle Lezioni e del perché di questo viaggio, lo potete leggere qui.

La prima Lezione è una bella intervista a Carlo Ratti, direttore del Senseable Lab del MIT che mercoledì tra l’altro sarà a Milano per Meet the Media Guru.

“Vi è […] un altro volto non nichilistico della politica ancora da esplorare ed è quello dell’impolitico. Che non è un ingenuo quanto impossibile ritrarsi dalla politica verso una dimensione ascetica, alternativa, ulteriore a quella politica:non c’è un altrove della politica, non ci è dato esiliarci da essa. L’impolitico è piuttosto una critica mista – come direbbero Wittgenstein e Simone Weil – della politica. Ovvero, la consapevolezza che la politica è temporalmente e spazialmente determinata, finita. E’ prendere atto che la politica, il suo fare, è senza fondamento. O meglio, che il suo fondamento, semmai, va ricercato, di volta in volta, nella prassi, nel suo quotidiano fare, a cui tuttavia la politica è destinata.” Da L’antipolitica: viaggio nell’Italia del disincanto di Giuseppe Cantarano. Donzelli Editore.

About these ads

Tag:, ,

§ 3 risposte a Nasce “Lezioni di Impolitica, dialoghi su Roma”

  • Meursault scrive:

    Traduzione:
    “Oddiooo Grillo sta al 7%!!! Imbarchiamo anche lui (o al massimo il suo metodo) oltre ai cattolici, agli imprenditori, agli operai, ai precari, ai palazzinari, agli intellettualoidi, ai puffi e agli unicorni. Il PD di tutto, di più.”

  • luigi scrive:

    Sarebbe stiloso da parte tua lasciar perdere l’aggettivo “anarchica” visto che nè tu nè il tuo partito con l’anarchia avete niente a che fare. a meno che non si voglia intendere nel senso di “bighellona, che va in giro di qua e di là senza concludere un cazzo di preciso e concreto ma si dà arie da intellettuale, e fa quel cazzo che le pare”: il che potrebbe forse adattarsi all’avventura in questione o forse no, ma certo non si adatta all’idea di anarchia.

  • icittadiniprimaditutto scrive:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Nasce “Lezioni di Impolitica, dialoghi su Roma” su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

meta

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 8.920 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: