Scelto a Roma il luogo della nuova discarica.

27 aprile 2012 § 2 commenti


Il ministro dell’ambiente Clini annuncia la scelta del sito per la nuova discarica. Nella Valle Galeria, per l’esattezza a Monte Carnevale, cioe’ nella stessa zona di Roma dove c’e’ Malagrotta. La scelta, dice, e’ stata fatta con considerazioni tecniche e non sociopolitiche. Ci tiene a dirlo per far capire che tecnicamente quello e’ il sito migliore dal punto di vista idrogeologico (falda acquifera meno a rischio tanto per capire)

Sappiamo tutti che qualunque scelta avrebbe sollevato la rabbia della popolazione locale e che fino ad oggi in citta’ si e’ rimbalzato il problema da un municipio all’altro.

Per prima cosa dobbiamo considerarla una scelta che riguarda la citta’ intera e non una parte di un municipio.

Qui, trovate la posizione del PD Roma.

E poi voglio fare una riflessione. In questi tempi di partecipazione diffusa e’ necessario che i diritti alla partecipazione si accompagnino alla responsabilita’. Se in citta’ tutti facessimo la differenziata non avremmo bisogno della discarica ma piuttosto di impianti di trattamento dei rifiuti di riciclaggio o magari di produzione di energia a biomassa. Roma e’ pronta?

Direte voi: ma la politica dove sta? Vero. Un sindaco serio in questi 4 anni avrebbe potuto stravolgere la citta’ sapendo che Malagrotta era ormai alla saturazione. La differenziata va incentivata e resa semplice e bisogna trovare il modo di disincentivare con tasse più alte la produzione di “monnezza”.

Intanto oggi, 28 aprile 2012, a Roma apre un’altra discarica. Ed e’ un fallimento collettivo.

Annunci

Tag:

§ 2 risposte a Scelto a Roma il luogo della nuova discarica.

  • riccardo ferraresi ha detto:

    noi a gallicano, paese in cui sono un giovane amministratore con delega all’ambiente, ci siamo attrezzati (anche grazie ad un finanziamento della provincia di Roma) ad ospitare un impianto di compostaggio per il trattamento del rifiuto umido, che paradossalmente è la parte più mobile ma anche pericolosa dell’rsu. Abbiamo il progetto pronto da due anni (il progettista è lo stesso professionista che ha progettato l’impianto di Salerno), ma in questo paese della burocrazia ipertrofica ancora siamo in attesa del v.i.a. Regionale. In più partiremo con la raccolta differenziata porta a porta e l’umido lo conferiremo in un impianto fuori provincia. Dovrò spiegare ai miei cittadini il perché…senza adeguati impianti di trattamento la differenziata è impossibile. Quindi Malagrotta muore, Malagrotta vive. A pochi metri un’altra discarica da infrazione, vietata severamente dalle disposizioni UE che impediscono (dovrebbero impedire) l’interramento del rifiuto tal quale. Lazio, Roma 2012 Malagrotta vive, ma con un’altro nome. Gallicano che vuole e vorrebbe dimostrare che un’altro ciclo dei rifiuti è possibile sta ancora lì ad aspettare…

    Mi piace

  • icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Scelto a Roma il luogo della nuova discarica. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: