Manifesti abusivi e le cose che (a capocciate) cambiano (piano)

4 maggio 2012 § Lascia un commento


Ce ne hanno dette di tutti i colori.

Che c’erano altre priorità, che: o smettono tutti o nessuno, che siamo dei rompicoglioni e che lo facciamo solo per la nostra visibilità. Siamo andati dritti come carri armati perché abbiamo visto come sono le altre città europee e vogliamo che Roma sia all’altezza. Su questo come su altre cose, ma questa battaglia ci univa tutti.

Ma siccome in fondo le brave persone sanno che noi abbiamo ragione e visto che Roma è tempestata di “Giornate del Decoro” promosse da orde di comitati di cittadini incazzati che abbiamo intercettato anche grazie alla campagna Abusivo Non ti Voto (il 5 maggio in 18° municipio e il 17 maggio con l’evento Retake che coinvolge 100 ragazzi romani mobilitati alla pulizia della città manifesti abusivi compresi, l’appuntamento è alla Stazione Giustiniana) cominciano ad accadere cose positive e che ci fa piacere elencare:

1) accade che la sezione di SeL Testaccio si scusi per avere affisso manifesti sui muri condominiali della sezione e ripulisca tutto.

2) accade che il Partito Democratico di Roma lanci una campagna per il manifesto della prossima festa dell’Unità preannunciando lo studio di una exit strategy dall’abuso di manifesti abusivi per promuovere la festa. (Nel comunicato si legge: “Vogliamo sperimentare forme di comunicazione nuove, meno invasive e meno inquinanti” )

Ancora molto presto per cantare vittoria (d’altronde i muri della città sono sotto gli occhi di tutti), ma qualcosa si muove e qualcuno si è accorto che si può comunicare in altri modi, più ecologici, meno abusivi e meno tutte le cose che abbiamo scritto nel manifesto.

Ora la domanda è: quale partito romano arriverà primo nella gara di emancipazione dalla carta abusiva? Staremo a vedere. Intanto osserviamo soddisfatti le prime minuscole vittorie.

Annunci

Tag:, , , , , , ,

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Manifesti abusivi e le cose che (a capocciate) cambiano (piano) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: