Capire quando è il momento (anche per D’Arcais)

10 maggio 2012 § 2 commenti


Non amo Paolo Flores D’Arcais, ma qui ha ragione da vendere.

Se ne devono andare. Basta. Non tocca a loro. Non più.

Per Flores fa un errore madornale. La butta in caciara e ci mette dentro tutti. Metodo che è tipico di lui (e che mi era anche sfuggito ad una prima velocissima lettura) e che lo rende, anche lui, vecchio nei metodi da opposizione da salotto. D’altronde lo avevo detto anche quando ero andata a sentire lui e D’Alema si beccavano su un palco su politica ed antipolitica uscendo da quella sala disperata sia per le cose sentite dall’uno che per le cose sentite dall’altro.

Diciamo che i puntini sulle i li mette bene Civati. D’altronde cosa dovrebbero fare Bersani, Vendola e Di Pietro? Un suicidio collettivo? E chi ci resta? E come? In che modo? Insomma in sostanza dice le stesse cose di Grillo condite con un po’ di salottismo in più.

I partiti devono rinnovarsi. Ovvio. Lo sa Flores come funziona un partito? Non mi pare. Non è facile andare a dire a qualcuno che ha vinto un congresso di farsi da parte. Diciamo che Flores, che è di sinistra e che è coetaneo di D’Alema per me è corresponsabile del disastro.

Forse o Bersani (parlo per il PD) guida la transizione (come accadde in Spagna) o noi forse, dovremmo essere consigliati al massimo di fondare un altro partito. Tipo il PD che Vorrei. Sul fatto che stare dentro a fare la foglia di fico a D’Alema stia diventando ridicolo posso anche concordare.

Annunci

Tag:

§ 2 risposte a Capire quando è il momento (anche per D’Arcais)

  • luigi ha detto:

    “È sperabile perciò una vostra “Damasco”, che vi liberi dalla tentazione di restare abbarbicati alle poltrone e agli strapuntini, alle interviste e ai talk-show. C’è da domandarsi, anzi, perché non ve la impongano i militanti di base del Pd, Sel, Idv, che pure esistono (questo giornale li ha incontrati, a centinaia, ogni volta che ha organizzato un dibattito), che spesso assomigliano in energia e pulizia alle giovani leve di M5S, ma che con la loro passività diventano corresponsabili delle nomenklature nell’harakiri in atto. ”

    Appunto: perchè non occupate le sedi e vi ribellate?

    Mi piace

  • Simone Cavallaro ha detto:

    Ottimo, brava, ben detto. E bravo anceh Civati.
    Anche io, oggi ho avuto le mie discussioni con amici che “il PD e’ pieno di collusi” e cose simili.
    Come se si fosse tutti uguali.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Capire quando è il momento (anche per D’Arcais) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: