Aborto: Bersani smentisca la Garavaglia.


La senatrice Garavaglia partecipa “per il PD” alla conferenza stampa in senato che lancia la II Marcia per la Vita.

Attendo smentite da parte di Bersani in persona.

E spero che in realtà sia andata come segue: la Garavaglia, spero, ha partecipato alla conferenza stampa come singola cittadina, comunque mettendo in imbarazzo il Partito. Perché se sei da sola contro tutti non vai per il PD. Vai da sola alla manifestazione. In privato. Non in mio nome, eh no.

L’aborto si combatte senza criminalizzare le donne (che altrimenti per abortire ricorrono alle mammane). Non si chiudono i consultori. Non serve a debellare il fenomeno. Non si fa in modo di occupare gli ospedali di obiettori. L’obiezione è un sacrosanto diritto. Ma anche abortire lo è. Si finanziano asili. Alemanno che cachio ci va a fare alla Marcia. Aprisse gli asili piuttosto. 

Attendo smentita, magari oltre che da Bersani anche da parte della Consulta delle donne del PD. Scusate se sono dura, ma è una roba scandalosa.

12 pensieri riguardo “Aborto: Bersani smentisca la Garavaglia.

      1. Probabilmente l’ho già detto o scritto (i vecchi tendono a ripetersi) ma quando nel giurassico scelsi il servizio civile anziché quello militare, ovvero feci “l’obiettore” come si diceva, al distretto militare mi fecero firmare una dichiarazione dove in pratica dichiaravo che ero un figlio dei fiori (fra le righe, un deficiente) e che mai e poi mai per tutta la mia vita avrei mai preso in mano un’arma più pericolosa di un pelapatate.
        Battute a parte, le conseguenze della mia scelta erano, p.es. che non avrei mai potuto richiedere il porto d’armi e, tanto per dirne una, non avrei mai fatto richiesta di entrare nei Carabinieri o nelle guardie forestali ecc. ecc.

        Non si parlava di una “minoranza” di obiettori accettabile nei caramba o nelle guardie forestali, proprio zero.

        Tanto per dire.

        Mi piace

      2. non è questione di essere minoranza, la questione è essere sinceri, se per esempio uno fà l’obiettore nelle strutture pubbliche e poi in privato………….molti sono soggetti anche a ricatti politici, gli stessi ricatti che hanno affossato tutti gli aspetti della legge sull’aborto e la contraccezione….. favorendo solo l’ingresso negli ospedali di gruppi di convincimento gestiti dai poteri ecclesiastici

        Mi piace

  1. C’è un ampio margine nel quale esercitare l’obiezione di coscienza: le cliniche private. Cliniche e studi privati, tra l’altro, che accolgono la maggior parte dei medici italiani strutturati e non. Non vedo perché, visto che la pratica dell’aborto è assolutamente lecita e prevista, si debba tollerare questa levata di scudi crociati. Chi obietta può fare l’alpinista lontano dalle strutture pubbliche.

    Mi piace

  2. le donne per prime dovrebbero scegliere sempre medici non obiettori, se cominciassero a vedersi calare la clientela forse ci penserebbero meglio….. Da sempre l’aborto è stato praticato, anche mascherato da altro, mia madre ha abortito in ospedale, medici compiacenti in piena epoca fascista giustificavano l’aborto con altro……io sono nata solo perchè mia madre aveva un piccolo fibroma e quando si sono accorti che c’ero anche io era troppo tardi. Molte suore, prime paladine della difesa della vita, si sono rese colpevoli di far mancare le cure alle donne che aveno abortito, molti medici si sono dovuti battere duramente per eliminare le suore egemoni della parte infermieristica negli ospedali……. altri tempi-

    Mi piace

  3. Purtroppo questo succede perchè il nostro stato non è laico e il moralismo cattolico impera sulle menti di tutti gli italiani.
    Ma perchè? Esiste ancora il PD?
    Vi ricordate il PDL?
    Ecco,questo è il PD(meno Elle)…

    Mi piace

  4. Cara Cristina, nel mio circolo PD sto proponendo una mozione di “condanna politica” della Alicata. La eleggiamo noi e abbiamo non solo il diritto ma il dovere di farlo

    Mi piace

  5. Non sò quanti anni la Garavaglia, se è una donna che ha vissuto gli anni in cui una figlia veniva buttata fuori di casa se incinta e avesse o meno un uomo che la sosteneva doveva rifugiarsi in case tenute da preti e monache che in qualche modo comunque le costringevano, o cercavano di farlo a dare il figlio in adozione…. su tali adozioni loro comunque lucravano (io personalmente non ho vissuto questa esperienza perchè un medico intelligente mi ha consigliato la pillola e devo anche dire che i miei uomini, non tantissimi, ho avuto solo tre grandi amori nella mia vita sapevano comunque contenersi) ma ho avuto tante amiche e conoscenti che hanno subito…..bene se la Garavaglia è intorno alla mia generazione si deve solo vergognare, se non lo è si deve informare e vergognare …. è suo dovere politico e comunque ditemi dove si deve firmare per buttare fuori lei e quelli come lei da un partito che dovrebbe essere laico e progressista……( il progressismo non ha niente a che vedere con il liberirsmo, almeno secondo il mio pensiero)…saluti carissimi

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...