Intervista allo scrittore Christian Raimo su Roma, le sue vuote cattedrali e il suo profilo di cartolina. Lezioni di Impolitica (#3)

22 agosto 2012 § 1 Commento


Roma è stata colonizzata da un’idea pasoliniana della città, poi da un’idea morettiana, oggi da un’idea decataldiana. Roma è una città che mitizza alcuni stereotipi: fa fatica a disfarsi della sua rappresentazione cartolinesca, che sia l’impero o i vicoletti di Trastevere, e ingloba in questa cartolinizzazione ogni tentativo di descrizione. È una città narcisa.

La trovate
qui sul blog de IMille.

Annunci

Tag:

§ Una risposta a Intervista allo scrittore Christian Raimo su Roma, le sue vuote cattedrali e il suo profilo di cartolina. Lezioni di Impolitica (#3)

  • Meursault ha detto:

    Vorrei commentare.
    Ma purtroppo faccio parte di quella “generazione perduta” che a quanto pare è un investimento a vuoto. Di rimano penso che occuparsi della cosa pubblica sia doppiamente tempo perso. Diventerò un avvoltoio come chi pronuncia certe bestialità. Vedremo chi la spunta.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Intervista allo scrittore Christian Raimo su Roma, le sue vuote cattedrali e il suo profilo di cartolina. Lezioni di Impolitica (#3) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: