Sicilia, il M5S ci pensi su.

29 ottobre 2012 § 4 commenti


Lo dico chiaro.

Ha vinto Grillo. O meglio, ha vinto quel ragazzo, Cancelleri, della mia età.

Ha vinto la voglia di uscire dallo schema rigido dei partiti, quella roba che molti di noi hanno deciso di combattere da dentro e non da fuori. Quella roba che gli asserragliati nella torre (la nostra dirigenza) non hanno compreso: perché loro sono convinti di sapere cosa fa bene al Paese anche quando il Paese non è d’accordo. L’anti-democrazia totale.

Cancelleri ci pensi bene e – provocatoriamente – offra appoggio a Crocetta sulla base del proprio programma, senza snaturarsi. Impedisca di passare dalla parte del torto e di ricreare una sorta di Lombardo bis. Meglio un Crocetta ostaggio del M5S che del PDL.

Se fossi Bersani chiederei a Crocetta una legislatura breve in cui si cambia la legge elettorale e si restituisce il voto alla Sicilia. Questa alleanza PD, UDC e probabilmente PDL significa impalare la Sicilia, non so davvero come faccia Crocetta a pensare di scrivere una qualsiasi storia con questi numeri. Veramente, siamo seri. Far passare tutto questo come un vittoria ci fa perdere di credibilità e non offre opportunità a chi si vuole astenere e si asterrà anche a maggio.

 

Annunci

Tag:, , , , , ,

§ 4 risposte a Sicilia, il M5S ci pensi su.

  • Edoardo Rossi ha detto:

    Sono d’accordo Cristiana, ma non riconoscere che nella terra del 61 a 0 il PD abbia tenuto, nello sfascio della democrazia, con un candidato molto alternativo,mi sembra scorretto. Detto questo i rischi che tu paventi sono reali, ma la storia è fatta anche di simbologie

    Mi piace

  • Michele Darling ha detto:

    Cristiana, quello che chiedi – se sei bene informata – sai altrettanto bene che non potrà mai succedere. Il M5S non può appoggiare Crocetta (perché dovrebbe?). E peraltro fa benissimo a non farlo.

    Mi piace

  • Jacopo Bombarda ha detto:

    non condivido la valutazione di edoardo. il pd non è poi che abbia “tenuto”. mi tocca ripetermi, ma la coalizione da esso sostenuta ha preso più o meno la stessa percentuale (31% oggi, 30,8 allora) che prese la finocchiaro nel 2008. solo che allora votarono molte più persone, e quindi, si può dire che rispetto al 2008 il pd ha proposto una coalizione che ha preso tanti voti in meno. è la maggioranza che ha ceduto fragorosamente, sbriciolandosi. di nuovo è giusto quel che viene detto nel post. davvero l’obiettivo del pd è “vinecer pur di vincere”, con chi non importa? allora crocetta si allei con miccichè o con musumeci, e tiri avanti fino al 2017. ma se il pd ha un progetto, e quel che più conta un progetto alternativo alla destra, l’unica è fare una nuova legge elettorale, in sicilia, e poi tornare a votare; possibilmente, anche se forse è chieder troppo, con uno schieramento più credibile e digeribile, senza udc (lìudc siciliane è il peggio dell’udc; che già come partito secondo me è ancora peggio del pdl) e magari sel e idv. scommettiamo che stavolta crocetta prende più del 31%?

    p.s. la situazione in lombardia: dopo vent’anni di dominio formigoniano, adesso anche qui lo scoppio del sistema drogato messo su da lui e dai suoi amici ciellini, con la complicità attiva della lega, in due decenni di paziente lavoro, mette nelle mani del centrosinistra la possibilità di vincere. in un posto dove non hai mai vinto. e allora lo stato maggiore del pd dice: “se vogliamo vincere in lombardia, serve un moderato”. cosa ne sappiano loro di come si vince in lombardia, mi sfugge un po’. per vent’anni hanno candidato dei “moderati” (masi, che poi è passato a forza italia; martinazzoli, e ricordo, piccino, che i miei ridevano al momento di votarlo, dicendo che mai se glielo avessero detto solo qualche anno prima non ci avrebbero mai creduto; poi sarfatti, fra l’altro una brava persona; ultimo penati, scelta inspiegabile, se non ammettendo che tutti sapevano che si sarebbe perso e quindi tanto valeva candidare uno come lui), e per vent’anni hanno preso delle legnate. perfino a mantova, nel nostro piccolo l’unico posto dove si vince, al momento delle provinciali i dirigenti propongono sempre un “moderato” per “attirare gli elettori dell’alto” (l’alto mantovano, vicino alla provincia di brescia, è stata zona dc prima, ora fortemente leghista), e puntualmente si vince prendendo valanghe di voti nel basso (da dove vengo anch’io, modestamente), attaccato all’emilia, di sinistra da sempre. a milano, per la prima volta che hanno candidato, costretti dalle primarie, un “non moderato” come pisapia, è stato un trionfo. spero con tutto il cuore che vengano fatte le primarie, e anche se a istinto voterei cavalli, ragionando il mio voto lo darei con convinzione a civati, che è una persona onesta, che ha passione, che sa ascoltare e di sinistra, e che sono sicuro non farebbe mai inciuci con l’udc; credo anche che alle primarie travolgerebbe il figlio di pizzul, squallido uomo caritas che non voterei nemmeno sotto tortura (e credo di non essere l’unico). di nuovo, c’è da sperare che in lombardia le cose vengano fatte meglio che in sicilia; altrimenti, boh…

    Mi piace

  • Meursault ha detto:

    Crocetta ha già pianificato larghissime intese.
    Poco tempo fa ha assicurato, in caso di vittoria, una totale astinenza dal “sesso omosessuale” considerato orpello terreno e distraente (leggasi: devo allearmi con quei sepolcri imbiancati degli amici di Cuffaro). Maschilisti e tradizionalisti sono rincuorati dal presidente casto (magari spingendo un po’ lo fanno tornare etero) e l’onore è salvo. Insomma niente di nuovo, solito Pd impresentabile.
    Ma Crocetta si dice convinto di essere la “rivoluzione”. Dopo aver citato il vangelo a memoria azzarderà una blusa rossa per i vespri. Che audacia! Trema Olanda!

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Sicilia, il M5S ci pensi su. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: