la bancarella seriale di Roma

9 novembre 2012 § 7 commenti


Passeggio sul lungotevere, accanto a Castel Sant’Angelo. C’e’ una fila incredibile di bancarelle quasi tutte uguali, le stesse di Porta Portese e di via Sannio. O quasi.

Questo ripetersi seriale di bassa qualita’ e di avvilimento estetico che nasconde un racket a tutti noto e nello stesso tempo uccide gli spazi comuni di scambio, quelli popolari.

Bellezza e legalita’, due cose da manutenere a Roma appena ci liberiamo dei barbari neri. Mi fa una pena cosi’ grande questa citta’ in stato di abbandono.

Annunci

Tag:

§ 7 risposte a la bancarella seriale di Roma

  • antonella ha detto:

    Hai ragione, punto
    I barbari neri col braccio alzato in un saluto romano sempre aggressivo, sempre machista, sempre pericoloso, credo proprio che lasceranno il Campidoglio.
    Ma, tu che ne sai di più, facci sapere quello che trapela dai caminetti della politica romana di sinistra. Aiutiamoli a non fare stronzate. Con qualche affettuoso scappellotto, alla bisogna.

    Mi piace

  • simone ha detto:

    Cristiana, non capisco la correlazione tra l’illegalità diffusa che regna in città con l’attuale giunta capitolina.
    O vogliamo sostenere che i suk a bordo strada sono sorti dopo l’elezione di ale(d)anno?
    Purtroppo torniamo sempre allo stesso problema: il corpo dei vigili urbani.

    Mi piace

    • simone ha detto:

      Ignoravo la cosa grazie: non aggiunge cmq molto allo schifo con cui è sceso a patti Alemanno pur di vincere a Roma (ci mancano i Casamonica).
      In ogni caso il problema della bellezza e della legalità che sono giustamente due punti fermi su cui non bisognerebbe transigere nella “città pù bella del mondo”, è stato sottovalutato (o beatamente e maliziosamente ignorato) anche dalle giunte precedenti (centurioni al colosseo, parcheggiatori abusivi, bancarelle abusive, occupazione marciapiedi da parte di bar e ristoranti, parcheggio in doppia e tripla fila, carico scarico merci in qualunque orario del giorno, affissioni abusive, cartelloni abusivi, etc. etc.)

      Mi piace

      • simone ha detto:

        dimenticavo le sale bingo.
        se hai tempo, percorriti con calma la tiburtina dalla stazione al raccordo e conta il numero di sale giochi e sale bingo sorte (e che stanno sorgendo) nell’ultimo anno.
        eppure il via ai bingo ha radici anche nel centrosinistra.

        Mi piace

  • Meursault ha detto:

    Non dimentichiamo i “compro oro”.
    Roma e provincia sono invasi letteralmente.
    Che fine infausta.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo la bancarella seriale di Roma su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: