Rifonda il PCI, il 25 novembre vota Bersani.

11 novembre 2012 § 21 commenti


ImmagineComincio a preoccuparmi sul serio. Stiamo abortendo il PD e rischiando la deriva pre-bolognina. Dopo il PSI e SeL che sarà costretta ad imbarcarsi nelle nostre liste, addirittura un segretario regionale di Rifondazione Comunista, consigliere regionale vuole votare Bersani. E delle due l’una: o qualcuno è in cerca di posti oppure davvero i vecchi compagni intravedono la ricongiunzione finale.

Io ero comunista. Conservo il senso della lezione marxista e soprattutto la testardaggine per l’eguaglianza, ma non ho paura ad entrare nel dettaglio delle cose che farei e di farmi anche collocare altrove rispetto a dove mi sento (diciamo che mi colloco in luoghi che in Italia ancora non esistono che il PD doveva creare: penso al Labour inglese dove convivono liberisti e trotskisti), ma stiamo esagerando con l’incoerenza qua.

Capirei votare Vendola. Ma votare Bersani con la tessera di Rifondazione Comunista e ritrovarsi pubblicati sul sito di Bersani come se fosse una cosa fighissima che a me, invece, viene in mente la cosa peggiore della mia vita politica: Rifondazione che ci butta tra le braccia del berlusconismo per decenni….eh no. Scusate, ma anche no. E poi, come dice Dario Ballini, ma uno che è tesserato e dirigente ed eletto di Rifondazione Comunista può votare? Ha firmato la carta di intenti? Ha lasciato il suo partito? Qualcuno faccia qualcosa. Qualcuno li fermi. Venite a votare il 25 novembre.

p.s. non sto sventolando il pericolo comunista, state sereni. Io sono anarchica, non ci crederete, ma è così. E percorro strade che vanno in quella direzione, un mondo di gente che si autogoverna con la massima consapevolezza reciproca, anni luce dallo stato dell’umanità di oggi.

 p.s.2 non voglio escludere nessuno, ma sul treno del partito si sale prima, non all’ultimo (vedete che sono comunista così?) 🙂

Tag:

§ 21 risposte a Rifonda il PCI, il 25 novembre vota Bersani.

  • pattume ha detto:

    fino a prova contraria l’ultimo governo Prodi è caduto per colpa di Veltroni e della pippa mentale del Pd autosufficiente

    Mi piace

  • MALIMORTACCI ha detto:

    Invece votare Renzi con la tessera del PDL o della LEGA è molto coerente con la storia del PD vero?

    Mi piace

  • marco. ha detto:

    pensate ai vostri amichetti di destra.briatore la clerici la santanchè.bonolis.che sono vostri simpatizzanti.sommali con zingales.simpatizzante dei repubblicani Americani.

    Mi piace

  • Mauro ha detto:

    Secondo i sondaggi Ipsos, nel Pd il 46% vuole Bersani a capo del partito e il 30% vuole Renzi. La preoccupazione del Pd però è che alle primarie gli elettori di destra vadano a votare Renzi per sabotaggio. Ma non è solo sabotaggio. Infatti, sempre secondo Ipsos, dell’intero elettorato il 37% vorrebbe Renzi premier e soltanto il 27% vorrebbe Bersani. Capite? Ne hanno trovato uno che ruba i voti alla destra e non lo vogliono!

    Mi piace

    • calicata ha detto:

      nel PD. E nel Paese che poi è ciò che conta?

      Mi piace

    • Paolo Cerceo ha detto:

      Renzi non “ruba” i voti alla destra; al contrario è ben visto dagli elettori della destra delusi dal governo berlusconi semplicemente perchè fa delle proposte politiche che rassicurano gli elettori di destra. Al contrario, come si può rilevare dai sondaggi, non è gradito agli elettori del centro sinistra per lo stesso motivo. Non è così difficile da capire, ma lo scopo delle primarie di centro sinistra è quello di scehliere un candidato premier gradito alla maggioranza degli elettori del centro sinistra…..Forse ha semplicemente sbagliato schieramento.

      Mi piace

  • Massimo Piazza ha detto:

    Per la prima volta sono veramente disorientato.Dalla fine del PCI ho scelto rifondazione,ma anche qui, una diaspora che sembra l’albero genealogico degli Asburgo, con tanto di rami cadetti.SEL appena decente nei sondaggi, alla prova del voto ottiene risultati quantomeno altalenanti. vinciamo solo contro di noi. Grillo ci può insegnare che è più facile distinguersi tenendo le distanze, e forse è anche più giusto . perchè è assolutamente tangibile la difficoltà che a l’elettorato a seguire certi complicatissimi giochi. Quando tagliano la spesa sociale e non toccano gli sprechi,così straripanti ! non tagliano i privilegi ,così esagerati ! Come pretendiamo che capiscano”si l’abbiamo votato (il tal provvedimento) ma eravamo contrari e comunque l’abbiamo migliorato”. Come hanno potuto pensare in questo parlamento di approvare iniziative eque per distribuire i sacrifici in modo che siano sostenibili. Si doveva votare,certo anche quello era un rischio.Ma è nel costante mischiarsi,dobbiamo capirlo,che si ottiene poco, ci si sporca parecchio, e si perde credibilità. Ritengo che il PD abbia caricato così tanto”personale di poco pregio”che neanche il diluvio universale lo possa mondare,e così perdiamo i nostri voti e col ciufolo che guadagnamo dagli altri .Deciderò che cosa fare. Un saluto Massimo Piazza.

    Mi piace

  • angelo ha detto:

    Che uno di Rifondazione Comunista dichiari di voler votare per Bersani, non lo vedo un grosso problema. Nel senso che l’importante è non imbarcare quel partito. Poi, mi pare, che questa sia una delle rare trasmigrazioni da sinistra. Mi preoccupano di più le trasmigrazioni di destra che, almeno da quanto dichiarato da vari personaggi, risultano più numerosi

    Mi piace

  • Germano ha detto:

    Io trovo interessantissimo questo articolo circa Renzi…
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/un-kingmaker-per-bettino-renzi/2165463

    Mi piace

  • gdelzot@tin.it ha detto:

    CARA CRISTIANA, NON TEMERE : NESSUNO RIFONDERA’ IL PCI : NON C’E’ IN GIRO GENTE CON LE PALLE . Io ex PCI dai primi anni 70,poi PDS , mai nei DS di Dalema, voterò Renzi. Ti ho conosciuta in piazza a Bologna con la Serracchiani e Civati. Non so se Renzi è tutto oro, ma Bersani l’abbiamo provato : il nulla tracheggiante. Il suo pregio ai fini del consenso : un “fisic du role”: la calvizie dei saggi, i lineamenti squadrati della gente concreta, il sorriso muto e bonario. Una serie di generici buoni propositi sui quali anche Alfano si troverebbe in difficoltà ad essere contrario . Ed anche il fatto che la gente dice :” almeno lui è uno onesto”: hai capito dove è arrivato il dibattito politico ? Io sono uno per il programma e Bersani non ne ha uno se non i soliti buoni proponimenti , io sono per un coinvolgimento degli organi di base del partito nella costruzione della linea politica e Bersani (detto alla assemblea nazionale dei segretari di circolo) pensa che i circoli servano per volantinare. Questo per me basta ed avanza. Sarei molto curioso di sapere , secondo te , quali sono gli altri maggiori limiti di Bersani . Ti ringrazio antecipatamente della risposta. Giuseppe di Udine

    Mi piace

  • Jacopo ha detto:

    hanno ragione, quelli che si chiedono dove sta il problema, se un rifondaiolo dice che vuole votare bersani, quando l’avversario va a caccia dei voti berlusconiani. bersani va evitato per altri motivi. va evitato perchè non ha coraggio, perchè dice una cosa davanti a una certa platea e poi ne dice un’altra di fronte a un pubblico diverso, perchè si circonda di gente diciamo discutibile per essere educati, perchè non conosce più i problemi delle persone che di problemi ne hanno, di quelli che dovrebbero, in un mondo normale, votare a sinistra; i problemi di quello che una volta avrebbero chiamato “popolo”; l’ultimo difetto, peraltro, lo condivide alla grande con renzi, ma è di bersani che stiamo parlando. bersani, del “vecchio pci”, ha preso tutti i peggiori difetti. il più grave di tutti, quello di considerare la ragion di partito come il fine ultimo. e allora si può anche rubare (penati, la veronesi), ci si può anche alleare con casini che tanto gli elettori nostri si sommano coi suoi (perchè gli elettori vengono considerati come pecore, in base alla ragion di partito), si cerca di inseguire berlusconi sul suo terreno, e si è così contenti quando finalmente “abbiamo una banca” come il berlusca che ne ha una anche lui. e soprattutto, si vive con un costante complesso di “inferiorità”, per cui si rinnegano le proprie idee, si ribadisce “non sono comunista” (perchè i “liberali” non soffrono di questa malattia?), si va a braccetto con banchieri, industriali, teppa varia, per mostrare che “non bisogna aver paura di noi, che noi siamo in grado di governare”. se i lavoratori, la gente che ora è in difficoltà, chiede qualcosa, protesta, si risponde: “bisogna pensare al bene di tutto il paese!”; perchè, gli operai, i precari, i disoccupati, non sono forse loro il paese? non è forse al loro bene che bisogna prioritariamente pensare? o è a quello degli “imprenditori” de noantri che pagano le tasse uno sì e venti no e sfruttano la loro manodopera, dell’associazionismo cattolico sommerso dai fondi pubblici che non calano mai, dei politici che non votano una legge contro la corruzione e non si diminuiscono gli stipendi? io non ho fatto tempo a vederlo, il pci, ma per me il pci, il bello di quel partito, inizia con gramsci, prosegue con gente come longo e agostino novella; e finisce con enrico berlinguer.
    quella di oggi è solo cronaca fatta di piccoli uomini a cui non frega nulla del paese nè dell’etica pubblica; a partire da napolitano per finire con lo stato maggiore del pd; tutto.
    ti ho votato una volta, bersani; in meno di tre anni mi ai fatto pentire. e adesso il mio voto te lo puoi scordare…

    Mi piace

  • Roberta Barsotti ha detto:

    Basita e scoraggiata. Questa la sensazione dopo l’attenta lettura di questa “sentenza”.
    Mi sto chiedendo principalmente come si possa essere anarchici ed avere cosi’ tanto e prudolento interesse per le sorti del PD che se non sbaglio, è un partito politico e rientra nei definiti “poteri costituiti”, quindi un soggetto non interessante per l’anarchia. Se c’e’ mai una incoerenza, io la riscontro in questo punto di partenza, ma non di meno nel cocktail biografico di chi si esprime: anarchica, comunista, iscritta al PD dalla sua nascita ma che resiste nella direzione regionale del Lazio…. mah!.
    Mi sto chiedendo inoltre, dove stia scritto che nel PD non possano entrare coloro che non hanno preso il treno alla fermata prestabilita, oppure chi sia nel PD che decide chi entra e chi no e se qualcuno possa o non possa cambiare idea nel corso della propria vita. Penso che anche l’autrice dovrebbe porsi queste domande, visto che chi ambisce ad un mondo di gente che si autogoverna, in primo luogo dovrebbe accettare il cambiamento ideologico, oppure attendere che si partoriscano figli esclusivamente a DNA anarchico.
    Non è preoccupante che qualcuno si ravveda, cambi idea, ritenga da subito o dopo del tempo che l’Italia ha bisogno di una salutare laica svolta a sinistra, piuttosto è preoccupante non ammettere che le cose si cambiano lavorando, anche in opposizione, ma da “dentro” al sistema politico, la politica esiste ed è quella che ci salva o ci condanna inevitabilmente.
    SEL non è “costretta”, come del resto il PSI, ad imbarcarsi nelle liste PD, le organizzazioni politiche di sinistra “vogliono”, ed è diversa condizione dalla “costrizione”.
    La leggenda metropolitana di Bertinotti, conosciuta anche dai muri ormai nell’anno 2012, vede di fronte a se la verità dei fatti accaduti: il paese a Berlusconi lo hanno consegnato i poteri bancari politicizzati, questo avvalendosi della calcistica “mano di Dio” di Veltroni, così che dopo un ventennio di governo ridicolo, puttanesco e disastroso, tutti quanti gioissimo all’arrivo dei servi veri e limitiamoci a questa descrizione per farla breve, del resto sarebbe sufficiente pensare che in Italia sappiamo fare benissimo i ladri e i corrotti affidabili ma non quelli inaffidabili ecco perché… Berlusconi che ha avuto il permesso di governo dal popolo italiano, è ben poco credibile e il permesso glielo hanno dato altri soggetti!

    Classe 1964, operaia, lavoro in una delle più piccole aziende italiane. Sono iscritta a SEL dalla sua fondazione. Credo che solo un PD migliore di quello che è adesso possa contribuire ad un centro sinistra migliore ed, infine, ad un Paese migliore. Per cui comprendo l’idea SEL di poter ambire a governare con un partito aperto alle migliorie che una sinistra stabile potrebbe apportare. Non ho deleghe se non quella di crescere mia figlia in un’Italia migliore.
    Saluti, Roberta.

    Mi piace

    • calicata ha detto:

      No, no no, Roberta…..a parte l’ironia che trasuda in questo pezzo permettimi di dire che sto dicendo esattamente la stessa cosa: nel mio PD c’è posto per tutti…ma non un minuto prima della partenza….c’è posto per creare una grande realtà laburista. SeL fa bene a fare quello che fa ma vedrai che alla fine dovrà imbarcarsi col PD con questa legge elettorale.

      Mi piace

  • Anonimo ha detto:

    io vi lascio per sempre
    siete tutti uguali

    Mi piace

  • seiovesdi ha detto:

    Vedo con piaere che i miei commenti continuano ad essere censurati.
    Come ho già detto: per favore. Le parole sono importanti. Tu l’anarchia non sai neanche che cos’è di casa.
    Sei anarchica quanto i ragazzini razzisti a cui insegno che ce l’hanno coi negri e coi froci ma portano la a cerchiata al polso per dire “io faccio quel cazzo che mi pare”. Tu sei anarchica perchè sogni un mondo dei puffi in cui tutti sono buoni e bravi e non c’è bisogno di altro. Ma l’anarchia è un’altra cosa…è una teoria politica di sinistra, che sta dalla parte degli ultimi. Non è certo quello che dice quel nemico di classe destrorso che è renzi.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifonda il PCI, il 25 novembre vota Bersani. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: