Se un bersaniano ruba, Bersani è un ladro?

16 novembre 2012 § 3 commenti


Scusate il titolo un po’ forte, ma certe volte il dibattito di queste primarie mi fa cadere le braccia.

A Faenza viene bocciato il registro delle unioni civili. A farlo cadere consiglieri del PD che, pare, appoggino Renzi (che poi per chi conosce l’abc di questo maledetto partito magari si sono posizionati su Renzi perché non si possono vedere con quelli posizionati con Bersani e magari manco hanno letto il programma che stanno appoggiando)

Ora a Firenze:  c’è il registro delle unioni civili, le coppie gay accedono ai bandi per le giovani famiglie per ripopolare il centro storico , le coppie gay possono accedere alle casa popolari.

Questi sono i fatti. Punto.

Tra due ore, dico due ore, Matteo Renzi incontrerà alla Leopolda le Famiglie omogenitoriali, nel nostro programma c’è una road map ben definita sull’argomento (chiara e criticabile): civil partnership in 100 giorni e apertura discussione sul matrimonio, adozione del figlio biologico del partner (adozione disgiunta)  e una riflessione su tutto l’impianto legislativo che riguarda le adozioni in generale. Ora questi sono i fatti piaccia o non piaccia.

Se cinque persone che votano Renzi a Faenza non hanno capito ancora per chi votano  vogliamo dare la colpa a Renzi? E’ come dire che chiunque voti Bersani e faccia una cazzata  automaticamente è Bersani a farla. O no? Se volete possiamo partire con l’elenco, proprio da Penati (che è sotto giudizio, lo ricordiamo) che non era solo uno dei tanti in qualche comitato, ma addirittura il responsabile della sua campagna elettorale. La verità è che vi state attaccando a tutto, tranne alla politica. E se volete posso trovare un elenco lunghissimo di bersaniani che hanno votato contro al registro delle unioni civili e se volete partiamo proprio dal 2008 a Roma, ma ne troviamo anche recenti. Proviamo? La verità è che se uno del PD vota contro il registro il problema è della segreteria di riferimento e di chi ha candidato persone non sulla base di un programma ma sulla base di un peso politico. Appunto quello che stiamo cercando di scardinare.

Annunci

Tag:

§ 3 risposte a Se un bersaniano ruba, Bersani è un ladro?

  • Stefania ha detto:

    condivisibile, tuttavia la vedo un po’ più complicata di così. In particolare, ciò che vedo difficilmente districabile è proprio ciò che tu chiami “l’ABC di questo maledetto partito”… che nei meccanismi intrinseci ai rapporti interni di potere è assolutamente uguale, quasi peggio, degli altri

    Mi piace

  • Jacopo ha detto:

    hai fatto benissimo a ricordare l’episodio di penati. la vicenda penati, è sintomatica di un certo modo di far politica che è tipicamente bersaniano. tanto è vero che nei casini c’è andata anche la segretaria di bersani, la veronesi, per lo stesso motivo. errani è stato assolto dall’accusa di falso in atto pubblico, ma il fratello capo della cooperativa c’è dentro fino al collo. ora, se di tutti questi ne verrà condannato anche solo uno, quello che credo io è che la responsabilità penale, come sappiamo tutti, è personale, ma la responsabilità politica certamente no. bersani sicuramente non ha mai rubato un centesimo in vita sua, ma è portatore di una concezione dell’azione politica che mi sembra aderire come un guanto a ciò che, ad esempio, berlinguer denunciava parlando di questione morale. analogamente, è innegabile che con renzi si siano schierati alcuni fra i soggetti più omofobi e integralisti di un partito già di suo non laico come il pd. lo stesso renzi sta facendo questa inversione di rotta pro-unioni civili solo da poco, e probabilmente più per motivi elettorali che per reale convinzione (storia personale di renzi alla mano). il fatto da notare è, dunque, che nell’entourage di renzi ci sono parecchi soggetti che le cose le vedono in un certo modo, e che, fidati, non si sono messi con renzi in funzione anti-bersaniana; si sono messi con lui perchè lui è il candidato a loro più vicino (se ce l’hanno tanto con bersani, perchè per esempio non sostengono vendola? forse perchè, riguardo alle nozze gay, è un filino più credibile di renzi?).
    non è una generalizzazione, questa. solo una constatazione…

    Mi piace

  • Franco Cosmi ha detto:

    In questo scritto trovo una tendenza dialettica da GrilloStar. La prova?
    “questi sono i fatti. Punto”

    Quel “Punto” è la firma dei messaggi dei GrilloStar.

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Se un bersaniano ruba, Bersani è un ladro? su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: