I candidati di Grillo, per esempio nel Lazio.

8 dicembre 2012 § 15 commenti


Io non sottovaluterei molto i candidati di Grillo anche se i numeri dei votanti sono ridicoli (circa 35mila rispetto ai nostri 3 milioni).

Non li sottovaluterei soprattutto a sinistra.

Ho ascoltato qualcuno di loro, non avevo l’impressione di essere in un altrove rispetto a noi.

Potevo essere in un centro sociale, in un’ erboristeria, in una comune nostalgica.

Insomma c’è qualcosa di deluso da noi qui dentro.

Vi giro i candidati della circoscrizione Lazio. La nostra. Ditemi cosa ne pensate.

(certo se guardo loro e guardo cosa siamo capaci di fare noi nelle liste……leggo cosa ha scritto 15 ore fa la terza di lista nel Lazio, Roberta Lombardi:  “ho ricevuto una valanga di sms, messaggi facebook, telefonate, mail etc etc…. piano piano risponderò a tutti e scusatemi fin da ora per il ritardo ma tra lavoro e bimbo non ce la faccio a seguire tutto!” e penso che somiglio più a lei che a qualsiasi deputato PD (a parte pochissime e rare eccezioni) e mi chiedo quanti si ritroveranno in questa semplicità…giusto o sbagliato che sia).

Annunci

Tag:,

§ 15 risposte a I candidati di Grillo, per esempio nel Lazio.

  • anellidifum0 ha detto:

    Cristiana, io ti prenderei a schiaffi, alle volte. Sono anni che ti scrivo: guarda che né Grillo è fascista, né il M5S è un movimento populista. Bastava leggersi un po’ dei punti programmatici e delle discussioni sul blog di Grillo per capire dove collocare questo nuovo fenomeno politico usando il vecchio spettro “destra-sinistra”. E’ ovvio che questi candidati sono più naturalmente collocabili in una sinistra d’antan, anche un po’ naive e nostalgica. Magari non avranno (e non è manco detto) il poster del Che in camera o il poster del PCI del 1977 in cucina, ma è ovvio che le loro sono istanze che troverebbero facilmente d’accordo gente di SeL o PdCI o PRC o anche più a sinistra. Su certe cose, probabilmente, anche una piddina di ferro come te.

    Ora, io non so come andranno le prossime elezioni con Berlusconi, ma vorrei sperare che il pagliaccio di Arcore si fermi con la sua creatura a percentuali al massimo del 20%, meglio ancora se intercorreranno delle scissioni nel PDL e allora magari Silvio scenderà ancora con i suoi adepti. Però se per caso il PD vince in alleanza con SeL (e probabilmente, ahinoi, in alleanza anche con UDC) io ti dico che dal M5S verranno una 80ina di parlamentari coi quali sarà obbligatorio parlare e, sperabilmente, accordarsi su alcuni grandi temi: dalla legge sul conflitto d’interesse ai tagli dei costi della politica e molto altro. Speriamo che nel PD la vecchia guardia non proceda prevenuta al 100% contro questa nuova realtà. Rischiamo di avere il Parlamento italiano più progressista della storia, nel 2013, altro che.

    Mi piace

  • Anellidifum0! finalmente qualcuno che dice le cose come vanno dette! mi sembra tutta una lotta al potere, si spintonano tra di loro, anche nello stesso partito, dov’è il dialogo??? quando si potrebbe lavorare assieme per un futuro migliore! sempre la stessa storia. Bah!

    Mi piace

  • Mussolini? Oh my God, ancora con questa storia. Il Movimento 5 stelle è uguale a “trasparenza e partecipazione”, ed è il lavoro che ha fatto Grillo, e quelli che votano e appoggiano il movimento mentre gli altri rubavano, Grillo è scomodo, si inventano di ogni per screditarlo, ma i fatti parlano da sè, Grillo fa e continua a fare cose buone, in Puglia sono stati indagati il 40% dei consiglieri di PD, allora come la mettiamo: dialogo o scontro??? dire che Grillo è Mussolini è scontro inutile.

    Mi piace

  • gdelzot@tin.it ha detto:

    NON DUBITAVO NEANCHE PRIMA DELLA TUA VERIFICA DI QUANTO TU RIFERISCI . TI RICORDI LA GENIALATA DI BERSANI NEL NON DAR LA TESSERA A GRILLO ? L’AVEVAMO DETTO SUBITO E NON OCCORREVA ESSERE GRANDI STARTEGHI, MA I NOSTRI DIRIGENTI HANNO DETTO CHE QUELLO DICEVA LE PAROLACCE E MAGARI OGNI TANTO SI PULIVA I DENTI CON LE UNGHIE. MA QUESTI QUI SECONDO I NOSTRI DIRIGENTI SONO L’ANTIPOLITICA !!!!MA DOBBIAMO ANCORA STARE IN UN PARTITO COSI’ ? QUASI QUASI AD UN VECCHIO COMUNISTA COME ME MI STA VENENDO UNA VOGLIA DI CAMBIARE………Giuseppe da Udine

    Mi piace

  • scialuppe ha detto:

    Ora, io non sono un sostenitore di Grillo. Ma pensare che un opinion-maker di destra sia seguito da milioni di persone di sinistra mi sembra un poco schizofrenico o irrealistico.
    Voglio dire: perchè così tante persone di sinistra si stanno spostando su posizioni M5S? Risposta: perchè a part alcune sparate e alcune ambiguità (ma del resto non è certo un raffinato intellettuale) Grillo ha posto e pone questioni di sinistra:
    -anticapitalismo
    -ecologismo
    -diritti

    Le pone in modo radicale e senza le ambiguità dei grossi partiti della “sinistra” tradizionale. Non predica un vago ecologismo per poi dirsi favorevole al TAV, ma va in Val Susa a manifestare con i No TAV. Non parla di diritti per dirsi favorevole alle privatizzazioni dell’acqua come Renzi, ma da sempre parla di acqua pubblica. Non parla di pace per poi schierarsi a fianco di Netanyahu, ma pubblica post di Moni Ovadia contro le politiche espansionistiche. È schierato pubblicamente contro gli F35. Protesta contro gli abusi polizieschi, quando dal PD non si è mai levata una flebile voce che potesse minimamente dispiacere alle forze dell’ordine.

    Non si è mai candidato al parlamento. Poi Lo si taccia di Mussolinismo.

    Con tutte le critiche che gli si possono fare (scarsa democrazia interna, battute infelici sull’omosessualità e poca chiarezza sull’immigrazione…ma avete ben poco da insegnare in proposito, voi che avete partorito i CPT e votato leggi liberticide in materia ad ogni occasione) Grillo, dico proprio Grillo come persona, è costantemente più a sinistra di qualsiasi alto esponente del PD. Grillo è molto più a sinistra dell’Ingegner Alicata, che ormai è progressista solo sui diritti dei gay e, mi viene il sospetto, solo perchè personalmente coinvolta.

    Non contesto che Grillo si possa e si debba criticare, ma che lo si faccia con strabismo interessato, tacciandolo di mussolinismo quando non si è mai accusato di niente del genere persone che, nel proprio partito, sono molto più mussoliniane di lui.

    Mi piace

    • calicata ha detto:

      Scialuppe non e’ da te questa analisi cosi’ superficiale. Vai sul sito di Casa Pound e trovi tutte le istanze anticapitaliste che vuoi, reddito sociale incluso. Grillo e’ di destra per i metodi soprattutto ed anche se nelle idee ti puo’ sembrare di sinistra dovremmo aprire un dibattitto su tutte le dittature del novecento. Tutte di radice socialista.

      Mi piace

  • scialuppe ha detto:

    Sì ma loro sono esplicitamente razzisti (nonostante lo neghino, basta guardare il punto del loro programma sullo “svuotamento dei CIE” con deportazione “umana” di tutti i prigionieri nei paesi d’origine. Grillo ha al massimo avuto espressioni critiche sullo Jus Soli, dicendo che non era un punto importante (posizione che per esempio è la stessa di molti anarchici). E ha sempre considerato “fascista” un insulto.

    Le dittature del novecento “tutte d’origine socialista”? Sì certo, tutti i dittatori africani, Pinochet, Franco, i colonnelli greci, i generali argentini…sono tutti “di origine socialista” visto che Mussolini per un periodo della sua giovinezza è stato socialista.

    -> “Grillo e’ di destra per i metodi”

    Cioè perchè ogni tanto insulta qualcuno che se lo merita? Sì certo.
    Perchè dice le parolacce? Ah già.
    A meno che l’ing. Alicata non mi riporti quando Grillo ha manganellato, oliodiricinato o bombardato qualcuno.

    “La revolution n’est pas un diner de gala”. Ma qui invece dobbiamo tutti essere dei compassati legalitari che leccano il culo a Napolitano con compostezza, altrimenti ci danno dei fascisti.

    Mi piace

    • calicata ha detto:

      Uhm. E le epurazioni?

      Comunque se mi conosci un po’ saprai anche che non impazzisco per Napolitano e prima di molti altri ho detto che voleva cambiare la legge elettorale per far fuori grillo.

      Mi piace

      • scialuppe ha detto:

        Le epurazioni sono un problema di democrazia interna al movimento che a mio parere decisamente esiste ed è grosso, ma non sono una dinamica tipicamente fascista.

        Mi piace

        • simone ha detto:

          se per “epurazione” si intende l’espulsione dal movimento, credo che non ci sia nulla di fascista in questo.
          il M5S non è un partito secondo il codice civile, tant’è che non ha uno statuto e questo è palese e manifesto a chiunque scelga o abbia scelto di aderirvi.
          Grillo non obbliga la gente ad aderire al M5S (Mussolini obbligava ad avere la tessera del fascio), ma chi è dentro non può fare la mammoletta appellandosi a meccanismi di cui evidentemente il M5S ha deciso di non dotarsi sin dall’inizio..
          P.S.
          Per intenderci, io fossi stato il Presidente PD, la Binetti a calci in culo l’avrei cacciata sin dall’inizio, senza aspettare assemblee o riunioni di comitati dei garanti e altre stronzate.

          Mi piace

        • scialuppe ha detto:

          @ Simone: sì, ed infatti quelli che indichi sono i limiti più grossi e problematici ed autoritari del M5S. Ma non sono problemi di tipo fascista.
          Quanto al fatto che un presidente possa cacciare chi vuole dal partito, senza garanti o altro, è un’idea ben strana. Molto autoritaria e un poco megalomane, molto italiana se devo dirla tutta. Senza offesa,

          Scialuppe

          Mi piace

  • Jacopo ha detto:

    se fossi un grillino (e non lo sono), probabilmente mi incazzerei un po’, per come grillo gestisce il movimento. per gli insulti, anche machisti (e quindi sì, fascisti), che fomenta e a volte rivolge direttamente a chi non si allinea. per la poca trasparenza che ancora fa permanere su certe questioni (casaleggio chi è? che ruolo ha?); per la sua tendenza, insomma, a preferire chi dice sempre di sì, e difende talvolta l’indifendibile; e lo chiama “beppe”; eccetera eccetera. grillo gestisce insomma il (suo, è il caso di dirlo) movimento come certi bersaniani, a livello locale, gestiscono il partito e la loro fetta di potere; o peggio, lo gestisce e tratta le folle come il berlusca gestisce il suo pdl e tratta le sue folle. c’è gente valida, che vota 5stelle, e ce n’è di validissima fra chi si impegna in prima persona nel movimento; secondo me, grillo, che fino ad ora è il “quid” del movimento, poichè il movimento è ancora in fase crescente, se continuerà così diventerà un problema, un problema loro. molti lo manderanno affanculo (chi di spada ferisce, di spada perisce, giusto?) e usciranno, e lui resterà con un pugno di mosche, circondato solo dai più fedeli, fra i quali ci sono personaggi anche di dubbia tenuta psichica. forse sarebbe il caso che si levasse dalle balle, finchè è in tempo; o che lasciasse più spazio a chi la politica la fa in prima persona…

    Mi piace

  • Silvia ha detto:

    Dal 2007 Grillo predica nel suo blog: Parlamento pulito e trasparente (incandidabilità dei disonesti, limite di 10 anni al mandato parlamentare per favorire il rinnovamento ecc., vedi disegni di legge di iniziativa popolare presentato e MAI discusso!), inoltre: stop al finanziamento ai partiti, alla lottizzazione rai, ai finanziamenti all’editoria, al conflitto di interessi ecc. Non pensi, Cristiana, che molta gente si sia rivolta a Grillo perché era una voce nel deserto? (Il libro La Casta, del 2007, aveva già dentro tutto. Comprese molte risposte, purtroppo). Beh, il PD, il centro sinistra, in questi anni ha fatto suo almeno uno, dico UNO, di questi temi in modo deciso e corale???

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo I candidati di Grillo, per esempio nel Lazio. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: