I segni premonitori.

26 gennaio 2013 § Lascia un commento


“Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col terrore dell’intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti.” (Primo Levi da “Un passato che credevamo non dovesse tornare più”, Corriere della Sera, 8 maggio 1974)
I segni premonitori. Ecco cosa deve essere la Giornata della Memoria. Ricordare come si è arrivati alla morte. Ricordare solo la morte è come arrivare in un luogo senza sapere la strada. E quindi per non arrivarci non avresti che da affidarti al caso. Invece si deva sapere quale strada non prendere. Ecco la chiave per usare questo giorno. Ecco perché stanotte ho scritto questo.
Annunci

Tag:

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo I segni premonitori. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: