Il gattopardo è sempre in agguato (il caso PD Lazio)

15 marzo 2014 § 1 Commento


Nessun progetto politico potrà durare nel lungo periodo se non si rinnova l’essenza stessa delle formazioni politiche a tutti i livelli. Il cambiamento deve coinvolgere minuziosamente ogni angolo del Paese, ogni giunta comunale, ogni consiglio regionale perché solo così si possono “fare avvenire” le cose. I cambiamenti coinvolgono i livelli profondi. Stiamo attenti. Il nodo è lì, tutto lì. E il gattopardo è sempre in agguato.

Mi dicono che la prima assemblea del PD Lazio sia finita con una rissa e si sia conclusa senza votare direzione e commissione di garanzia e con l’elezione di una presidente che non fa nemmeno parte dell’assemblea e sulla cui elezione faremo ricorso immediato.

Diciamo che Roma e Lazio continuano a non essere coinvolte dal nuovo corso, come se non fosse accaduto nulla negli ultimi 4 mesi. E forse meriteremmo il commissariamento ad oltranza: non oso immaginare da qui alle Europee cosa possa accadere per spartirsi i posti in lista. Direi che la gestione del partito, a tutti i livelli, in questo momento è molto più importante di quanto possa apparire in superficie. E di superficialità si rischia di morire. Prestissimo.

Tag:,

§ Una risposta a Il gattopardo è sempre in agguato (il caso PD Lazio)

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il gattopardo è sempre in agguato (il caso PD Lazio) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: