C’era una volta Stonewall

C’era una volta….una notte a New York di tanto tempo fa, era la notte del 27 giugno 1969. Durante una retata della polizia in un locale gay, un gruppo di omosessuali si ribellò per a prima volta alla retata. Simbolicamente tutto ebbe inizio con una bottigliata in testa a un poliziotto da parte di Sylvia Riveira, donna transessuale. Quell’ira, quel moto che vinceva la rassegnazione all’ordinario (continue retate, arresti, botte, violenze, insulti e poi di nuovo, perchè comunque si perseverava coraggiosamente) è stato l’inizio del movimento LGBT. E’ stato forse l’unico atto violento, se così può definirsi quella giusta rabbia, che ha dato vita alla battaglia per i nostri diritti, la battaglia di una minoranza sempre pacifica, colorata e orgogliosa.

È di questo che dobbiamo essere orgogliosi anche. Del nostro modo di combattere, forse perchè la nostra ribellione è diventata la nostra visibilità, l’uscire fuori, sfilare tutti insieme, invadere le città, comprare una casa, fare dei figli.

Buon Stonewall a tutti. Soprattutto a chi non è ancora uscito fuori. Perchè trovi la sua bottiglia simbolica, da dare in testa a qualcuno per cominciare il proprio Pride.