La risposta di Franceschini

2 agosto 2014 § 5 commenti


Per correttezza dò visibilità alla risposta del ministro al mio post precedente:

 

Ciao Cristiana, Questa è di ieri…

Gentile Michele,
le scrivo per comunicarle il ritiro dell’avviso pubblico per la realizzazione di eventi culturali durante le aperture serali dei musei statali. Mi permetta di chiarire che quel bando si prefiggeva, così come lei ha ben colto nella sua lettera, di entusiasmare la creatività e offrire la possibilità agli artisti di esprimersi nei più bei luoghi della cultura italiana.
Lo scorso anno, quando ancora non ero ministro della cultura, in molti hanno salutato positivamente l’iniziativa ‘un sabato notte al museo’ e per questo la Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del ministero ha riproposto il bando 2013 anche per il 2014. Non mi interessa capire perché allora non vi furono polemiche quanto piuttosto ringraziarla per la sua lettera perché mi permette di affrontare un tema che mi sta particolarmente a cuore: la remunerazione e il rispetto dei lavori creativi. Troppo spesso, infatti, nel settore dell’arte i giovani artisti – e purtroppo non solo loro – vengono chiamati a lavorare gratis come se questo rappresentasse una tappa obbligata della loro crescita professionale. Come a dire ‘stringete i denti e andate avanti perché tanto, prima o poi, verrete lautamente ricompensati. Non ora però’. Trovo questo atteggiamento ingiusto e non vorrei che fosse proprio il MiBACT ad avallarlo, seppur involontariamente. Non è certamente nelle nostre intenzioni, anzi, solo un mese fa, abbiamo salutato positivamente la definitiva approvazione della legge che riconosce le professioni culturali perché riteniamo con convinzione che non può esserci piena tutela e valorizzazione del patrimonio culturale se non si valorizzano le competenze di chi vi opera.
Per tutto questo, in attesa di avere maggiori disponibilità finanziarie per remunerare adeguatamente gli artisti che partecipano ai nostri progetti di valorizzazione, ho dato indicazione di annullare l’avviso pubblico oggetto della sua lettera.
Cordialmente,
Dario Franceschini
Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Caro Dario, grazie della tua risposta che aggiungerò subito al post. Mi permetto di dire che quelle risorse sono indispensabili per far ripartire il Paese e regalare ai nostri figli un’Italia migliore. Dovrebbe essere una nostra priorità trovare quei soldi recuperandoli coraggiosamente e rapidamente dagli ancora tanti sprechi. E’ vero che suonare in luoghi meravigliosi può rappresentare una bella occasione per mettersi in mostra, ma invece – ribaltando nettamente la prospettiva – l’anno prossimo potremmo organizzare concerti a pagamento in questi posti e fare cassa per lo Stato e per gli artisti: un grande programma musicale (e magari letterario e via dicendo) su tutto il territorio e pagare gli artisti. Che ne pensi?Un abbraccio. Cristiana.

 

§ 5 risposte a La risposta di Franceschini

  • Lorenzo M. scrive:

    Ovvero, fare una cazzata ( tanto è stata fatta pure lo scorso anno ) e lasciar correre qualche settimana, giusto per far crescere protesta e scherno, e poi correre maldestramente ai ripari.
    Non si spiega come il nostro eroe possa aver tranquillamente approvato una cosa del genere e poi cianciare di giusta remunerazione. O non controlla le attività del mistero che dovrebbe pure governare, o ha una doppia personalità, o ci sta prendendo per il culo.
    Diamine, a questo punto il ministro lo posso fare anche io. E se combino qualche stupidaggine, pazienza, tanto me le fanno passare tutte.

    Mi piace

  • topometallo scrive:

    E non voglio infierire ricordando che il predecessore è stato Bray, che si è dimostrato uno dei migliori ministri in assoluto. Per cui la sostituzione con un nome da manuale Cencelli è ancora più schifosa.

    Mi piace

  • antonella scrive:

    Ma cosa avrebbe mai fatto Bray – in pochi mesi – per essere definito uno dei migliori ministri dei BBCC? No, perché mi sembra una litanìa molto in voga ma molto poco articolata, un sentito dire che si porta molto nei salotti progressisti.

    Mi piace

  • topometallo scrive:

    Vero che dopo Bondi anche Paperoga ai beni culturali avrebbe fatto la sua porca figura, ma per i pochi mesi appunto che c’è stato Bray si è dato da fare anche con qualche risultato per Pompei, i Bronzi, per (cominciare a ripulire) i Beni Culturali da alcune nomine di segreteria, e anche la sua presenza al Valle non era certo da disprezzare. Per uno che non c’è stato neanche un anno non mi pare male. Poi è arrivato Fonzie definito non so dove “portatore sano di cultura” (nel senso che ne parla senza esserne intaccato…)

    Franceschini, non sarà colpa sua, ma la prima azione è stata la pubblicità dei suoi romanzi…

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La risposta di Franceschini su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: