Il mondo è complesso ( a va difeso da Salvini e Ferrara)

9 gennaio 2015 § 13 commenti


Uno degli effetti del terrorismo è aiutare gente come Salvini e Ferrara. Intelligenti o stupidi, politici o intellettuali, il terrorismo semplifica le cose. Rende tutto bianco o nero. Islam cattivo. Noi buoni. Frontiere chiuse a tutti. Cattolicesimo tutto bello e giusto. Europa bella. Anzi no. Italia. Anzi no Lombardia. Ma no. Scopriremo che si salva solo Bergamo. Dobbiamo resistere. La resistenza di questo secolo passa per la lotta contro la semplificazione in difesa della complessità. Il mondo è complesso. Dobbiamo difenderlo da chi si rifugia nelle categorie del giusto soggettivo

Tag:

§ 13 risposte a Il mondo è complesso ( a va difeso da Salvini e Ferrara)

  • Gustavo Ulivi scrive:

    Hai ragione:

    il terrorismo serve a rendere le cose piu’ grigie nelle testoline come la tua che tra il bianco e il nero hanno sempre preferito il rosso.

    La predilezione per il rosso porta nel tempo alla miopia: poi arriva il terrorismo ed e’ tutto grigio pesto.

    Mi piace

    • geryatejina scrive:

      Maro’, Gustavo.. tu c’hai proprio la fissa coi Komunisti. E datti una calmata!

      Detto questo, certo il mondo e’ complesso. Per questo sarebbe salutare e vantaggioso cominciare a fare un po’ di ordine, ad esempio eliminando dal dataset le variabili spurie frutto di bachi della storia evolutiva, come – tanto per dirne una :)) – le religioni. Tutte.

      Mi piace

  • Meursault scrive:

    Non facciamo generalizzazioni ma nn facciamo nemmeno i sinistronzi al caviale, o i benestanti terzomondisti boldriniani.
    Bisogna contestualizzare sempre, ma bisogna anche analizzare il dato culturale. L’Islam è una religione di pace? No. Esiste il civismo tra i fedeli nell’isolare e denunciare il ‘terrorismo’? No. Avete visto migliaia di musulmani in piazza col Corano a condannare l’accaduto? No. Esistono musulmani che hanno a cuore la libertà sessuale, religiosa, di genere? Pochissimi forse che vivono assediati e nascosti.
    Cattolicesimo buono? Manco morto. Cattolicesimo male minore dell’Islam? Sì. Sarà che ci sono state rivoluzioni e brecce nel mentre. Sarà che l’immagine di Cristo smussa l’interventismo religioso e annacqua il proselitismo con una cifra di accoglienza (spesso fraintesa). Sarà che è una religione che si muove in un contesto che è, al 60% va, laico. Ma nn si può, non si deve, essere così squisitamente lassisti e aperti nei confronti di qualunque cultura reclami il proprio spazio. Società multietnica? Assolutamente sì, una ricchezza da salvaguardare. Società multiculturale? Assolutamente no, una sciocchezza da burocrati di istituti baraccone come la Cedu. Non esiste reciprocità tra le società islamiche governate dalla sharia e quella europea che è un faro di diritti e libertà, spesso azzoppate. Inutile invocare la carta dei diritti dell’uomo, sappiamo benissimo che in quell’ambito, vista anche la data di compilazione, le religioni sono ben più tutelate della libertà sessuale. E sappiamo ancora meglio che non può convivere proselitismo religioso omofobo e omosessualità vissuta in maniera socialmente tutelata. In questi anni la ‘sinistra’ ha fatto finta di non vedere sacrificando sempre il benessere della componente gay della società, come è stato fatto nei secoli (basta vedere la differenza di trattamento che è riservata all’omocausto). Per i gay lo scontro di civiltà non è un’eventualità è una realtà conclamata. Perché quelli che credono nella possibilità di convivere con questi blateratori trascendentali e con le loro regole culturali sono gli stessi che hanno promesso tutele per i gay che non sono mai arrivate. E’ una parte di sinistra che non mi appartiene. Sarà perché non credo ai puffi, sarà perché serve essere adulti e realisti. Sarà perché alla mia ‘gente’ io ci tengo davvero.
    P.s. con la squisitissima legge Scalfarotto, tra l’altro affossata, nel caso passasse, certe amene riunioni in moschea potrebbero avanzare ancora al suono di “omosessualità incompatibile con la società civile”. Proferite in una lingua non nostra, tra l’altro.

    Mi piace

    • topometallo scrive:

      Non cadiamo nella trappola dei legaioli “Avete visto migliaia di musulmani in piazza col Corano a condannare l’accaduto?” è un’emerita stronzata, detto fuor di metafora.
      In Italia i media han messo solo la “non stop” di Salvini e allam, guardando France24h nei giorni “caldi” dei fatti parigini era pieno di comitati, associazioni, privati e imam che condannavano il gesto, dicendo che all’islam fanno maggior danno questi terroristi dlele vignette di Charlie. E sono ben lieto che nessuno di questi sventolasse il corano. Per tacere delle vignette ddi solidarietà dei disegnatori arabi che si son viste su tutti i social.
      In Francia sono sei milioni i i musulmani, fossero tutti terroristi come mentiva la mummia putrefatta fallaci altro che 17 morti avremmo.

      Mi piace

      • Gustavo Ulivi scrive:

        CARO TOPOMETALLO,

        “Mummia putrefatta” non lo dici alla Fallaci: lo dici a quelle scorfanacce di tua nonna, di tua mamma, di tua moglie (o di tuo marito, se sei uno che preferisce il culo invece della fica), e di tua sorella.

        Tra Oriana Fallaci e quelle scorfanacce che ti stanno intorno c’e’ la stessa differenza che esiste fra una barra di sopraffino cioccolato svizzero (la Fallaci) e una merda depositata di fronte a casa tua da quelle scorfanacce che ti stanno intorno.

        Dopo avermi costretto con la forza della tua sinistra e ottusa imbecillita’ fondamentalista a fare questa premessa (te la sei cercata!) vengo a risponderti.

        La Fallaci non ha mai detto che tutti i musulmani sono terroristi (i sei milioni di musulmani francesi, i 50/60 milioni di musulmani “europei” e il miliardo e mezzo di musulmani sparsi nel mondo del sottosviluppo civile, sociale, politico ed economico. (fatta eccezione per quei pochi seduti sull’oro nero, l’oro che gli dato Allah, e che li ha resi cosi “ricchi” da passare il tempo libero comperando Rolls-Royce tempestate di diamanti, ma che rimangono, come i poveri di Allah, socialmente, politicamente, culturalmente e politicamente sottosviluppati.

        La Fallaci sottintendeva che tutti (o quasi) i terroristi sono musulmani e che l’Islam e’ intrinsecamente intollerante anche quando si presenta con la faccia ipocrita del “moderato” che finge di “prendere le distanze”dalle carneficine fatte nel nome di Allah.

        E ci avvisava a vigilare.

        Perche’ lo faceva? Perche’ sapeva perfettamente in che mani stava finendo l’Islam, dove la connotazione religiosa del suo “messaggio di pace” era stata soppiantata da quella politica dove la “sottomissione” degli “Infedeli” e’ un precetto divino.
        Con le conseguenze che abbiamo sperimentato dal 1979, anno della rivoluzione iraniana, e in particolare negli ultimi 25 anni.

        Perche’ dico “25 anni”?
        Perche’ nell 1989 un certo ayatollah di nome Khomeini (leggi il Corriere di oggi) emise una “fatwa”, cioe’, in questo caso, “una sentenza di morte”, contro un certo Saldam Rushdie che aveva offeso il Profeta Maometto pubblicando un libro: “I Versetti Satanici”.

        Centinaia di milioni di musulmani “moderati”, in Europa e nel mondo islamico, si riversarono in strada bruciando il libro (come hanno fatto i nazisti e come facevamo anche noi in tempi medievali) e lanciando minacce di vendetta al mondo occidentale decadente che aveva scelto la Democrazia e la Liberta’ di Espressione invece della Teocrazia e la Sottomissione alle Leggi del Corano.

        I “tuoi” musulmani moderati, quelli che oggi rappresentano i “comitati, le associazioni, i privati e gli imam che condannano la carneficina di Parigi, dicendo che all’islam fanno maggior danno questi terroristi delle vignette di Charlie” ( sono parole tue), sono gli stessi che 25 anni fa approvarono la condanna a morte di Saldam Rushdie e che ancor oggi non gli hanno tolta dalle spalle quella “scomunica/sentenza di morte” che autorizza ogni musulmano, premio il Paradiso, ad assassinarlo.

        I tuoi “musulmani moderati” altro non sono che “fondamentalisti NON violenti” che lasciano che il lavoro sporco lo facciano i “fondamentalisti violenti”, quelli che sotto il loro naso “moderato”, cioe’ nelle moschee, manifestano propositi bellicosi in ottemperanza ai dettami politici del Corano.
        Fondamentalisti violenti che i tuoi “fondamentalisti NON violenti” non cercano quasi mai di ri-educare ai precetti pacifici dell’Islam religioso, ma lasciano che portino avanti i precetti violenti dell’Islam politico: perche’ e’ un lavoro sporco, ma qualcuno lo deve fare, specialmente quando si tratta di difendere l’onore del Profeta e di islamizzare, con le buone o con le cattive, il Resto del Mondo.

        E se chiedi ai genitori dei 130 studenti assassinati il mese scorso dai Talebani (fondamentalisti violenti) se sono d’accordo con la liberta’ di espressione dell’Occidente democratico che considera la Satira come la massima espressione di liberta’, ti rispondono che se si fa eccezione per il Profeta la Satira va bene, ma se la Satira tocca il Profeta meritano di essere assassinati con la spada dell’Islam che oggi si chiama kalashnicov.
        E come quei genitori pensano, ma non te lo confessano, tutti i comitati, le associazioni, i privati e gli imam che condannano la carneficina di Parigi, e ti prendono per il culo raccontandoti che all’islam “moderato” che loro rappresentano, questi terroristi violenti fanno maggior danno delle vignette di Charlie.

        Sono tutti “moderati”, cioe’ “fondamentalisti NON violenti”, e tutti dicono di prendere le distanze dai “fondamentalisti violenti”.
        Ma rimangono musulmani che con un colpo al cerchio e uno alla botte, cioe’ con la violenza di pochi (dai quali prendono le distanze) e la non-violenza di molti (che non e’ certo la non-violenza di Martin Luther King), te lo stanno piano piano infilando nel culo.
        E ti piace.

        Liked by 1 persona

        • topometallo scrive:

          immaginavo che a rispondermi per primo persarebbe stato l’idiota di turno, e spero capirete tutti perché non ho neanche sprecato tempo a leggere la sua risposta (seccante il fatto che sproloqui sempre per pagine e pagine, ci si rompe un po’ le balle scorrere il browser per evitarlo)

          Liked by 1 persona

        • topometallo scrive:

          ah, fra l’altro ho scoperto che il trollonzo Ulivi qui sopra è un povero sfigato che, bannato da un altro blog (anellidifumo) si sta scatenando a sputare merda negli altri blog a quel sito colelgati. Una figura veramente patetica, se avessi voglia di sprecare la mia comprensione per un tizio così.

          Mi piace

  • Non fermarti per favore a Salvini e Ferrara… anche più in là c’è gente che il mondo non dovrebbe proprio maneggiarlo!

    Mi piace

  • Gustavo Ulivi scrive:

    CARO TOPOMETALLO,

    Vedo che, privo di argomenti, da bravo “fondamentalista laico di sinistra” consideri le mie opinioni come spazzatura indegna di commento.
    In altre parole: “il trollonzo Gustavo Ulivi e’ una testa di cazzo fascista, omofoba, berlusconiana, leghista, fallaciana, salviniana, lepeniana eccetera eccetera e con questa feccia non si discute nemmeno”.

    Siccome sei un perfetto imbecille (etimologicamente inteso) ti invito a leggere e riflettere su questo discorso fatto dal Presidente egiziano Al Sisi: ecco cosa dice agli Imam del Cairo.

    “Mi rivolgo agli studiosi della religione e alle autorità religiose. Dobbiamo rivolgere uno sguardo attento e lucido alla situazione attuale. E’ inconcepibile che l’ideologia che noi santifichiamo faccia della nostra intera nazione una fonte di preoccupazione, pericolo, morte e distruzione nel mondo intero. Non mi riferisco alla “religione” bensì alla “ideologia” – il corpo di idee e di testi che abbiamo santificato nel corso di secoli, al punto che rimetterli in discussione diventa difficile. Abbiamo raggiunto il punto in cui questa ideologia è ostile al mondo intero. E’ concepibile che 1,6 miliardi di musulmani uccidano il resto della popolazione mondiale, per vivere da soli? E’ inconcepibile. Io dico queste cose qui ad Al-Azhar davanti ad autorità religiose e studiosi. Che Allah possa testimoniare nel Giorno del Giudizio della sincerità delle vostre intenzioni, riguardo a quello che vi dico oggi. Non potete vedere le cose con chiarezza quando siete imprigionati in questa ideologia. Dovete uscirne e guardare le cose da fuori, per avvicinarvi a una visione illuminata. Dovete opporvi a questa ideologia con determinazione. Abbiamo bisogno di rivoluzionare la nostra religione… Onorevole Imam (Gran Sceicco di Al-Azhar, ndr), voi siete responsabile davanti ad Allah. Il mondo intero aspetta le vostre parole, perché la nazione islamica è lacerata, distrutta, avviata alla rovina. Noi stessi la stiamo conducendo alla rovina”.

    Si rivolgeva ai tuoi amici: i Musulmani “moderati”, cioe’ i “fondamentalisti NON violenti”: quelli che prendono le distanze dalle carneficine che i “fondamentalisti violenti” fanno in Europa e nel Resto del Mondo, ma non fanno un cazzo per combattere “i cari compagni che sbagliano”, quelli che sgozzano nel nome di Allah.

    Mi piace

    • Lorenzo M. scrive:

      Leggi questa sbrodolata, e non si può non concordare con il giudizio dato da altri commentatori.

      Mi piace

      • Gustavo Ulivi scrive:

        Caro Lorenzo M.

        Fondamentalista di sinistra anche tu?
        Siete peggio dei fondamentalisti islamici: se non la pensi come loro, ti sgozzano.

        Voi fondamentalisti di sinistra PER FORTUNA vi limitate all’ingiuria e con il disprezzo di chi si crede superiore non entrate in discussione con gli “infedeli”, cioe’ quelli che non rispettano il vostro Corano. Ma e’ solo perche’ oltre che essere fondamentalisti di sinistra siete, soprattutto, dei cagasotto ignoranti e presuntuosi.

        Fortunatamente l’Europa…”s’e’ desta e dell’elmo di Scipio c’e’ cinta la testa”.

        E andra’ a finire com’e’ finita con Matteo il Berluschino che ha capito che deve fare quello che per decenni voleva fare Silvio il Berluscone e che i fondamentalisti di sinistra gli hanno impedito di fare.

        E con l’Islam violento e quello dei NON violenti andra’ a finire che Hollande e tutti i socialisti imbecilli che hanno portato l’Europa allo sfascio faranno esattamente quello che da decenni ripetono i “fascisti” Le Pen, Salvini, Sallusti, Ferrara, Santanche’ etc etc.

        Infatti Hollande, oggi, ha urlato: “Siamo in guerra!”
        Che coincidenza: e’ proprio quello che sostiene Salvini.

        Il destino dei fondamentalisti di sinistra e’ sempre lo stesso: fare ogni giorno colossali figure dimmmmmmerda.

        P.S.

        Che differenza c’e’ tra i fondamentalisti violenti che hanno fatto strage di giornalisti a Parigi e quel musulmano cretino e NON violento che ieri sera ha impedito alla Santanche’ di parlare dicendole:
        “Tu non puoi parlare!” ???

        Non c’e’ nessuna differenza.

        Mi piace

  • geryatejina scrive:

    Non semplifichiamo le cose complesse, ma non complichiamo nemmeno le cose facili. Una breve scorsa a qualche conflitto della storia recente ci mostra come le religioni siano spesso causa primaria o concausa dei conflitti stessi, al netto degli interessi imperialisti/energetici/ideologici made in USA & Co., sempre difficili da discernere:
    Palestina (Ebrei vs. Musulmani), Balcani (Ortodossi vs. Cattolici e vs. Musulmani), Irlanda (Protestanti vs. Cattolici), Kashmir (Musulmani vs. Indu), Sudan (Musulmani vs. Cattolici vs. Animisti in tutte le permutazioni), Nigeria (Musulmani vs. Cristiani), Etiopia/Eritrea (Musulmani vs. Cristiani), Sri Lanka (Buddisti vs. Indu), Indonesia (Musulmani vs. Cristiani), regione del Caucaso (Ortodossi vs. Musulmani in Cecenia, Musulmani vs. Cattolici ed Ortodossi in Armenia).

    Milioni e milioni di persone sono state ammazzate in questi ed altri conflitti nati o esasperati dall’irrazionale adesione a miti antecedenti l’eta’ del bronzo. E nota che in questo contesto, secondo nessun metro di giudizio potrebbe ritenersi anacronistico o folle un conflitto tra, chesso’, devoti di Giunone e figli di Horus.

    Sono esterrefatto da come – in tutto il dibattere, lo scrivere, il manifestare di questi giorni post-Charlie – nessuna voce si levi ad urlare l’ovvio, ossia che verso le credenze religiose tutte, l’atteggiamento di un adulto medio nel 2015 dovrebbe essere non il rispetto, ma una paternalistica condiscendenza, simile – anzi uguale – a quella che si ha per i bambini che credono a Babbo Natale.

    Liked by 1 persona

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il mondo è complesso ( a va difeso da Salvini e Ferrara) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: