Quindi possiamo prendere a pugni le Sentinelle in Piedi?

16 gennaio 2015 § 17 commenti


Molto umilmente credo che il Papa (che mi piace abbastanza spesso di solito) stavolta abbia commesso una gaffe. Se tutti gli offesi del mondo si mettessero a dare pugni avremmo più guerre di quelle che già abbiamo, perchè le offese fanno male anche quando non sono a sfondo religioso. Per esempio, un gay italiano dovrebbe forse andare a dare pugni alle sentinelle in piedi?
Ritengo che l’Europa debba aprire un dibattito profondo su cosa intendiamo per libertà di opinione e crescere un continente dove il rispetto delle differenze (religiose o di qualsiasi altro tipo) e l’esercizio della libertà siano davvero DNA di tutti. Non è facile stabilire quel limite. È una linea sottile che separa le democrazie sane dai totalitarismi (in cui si annoverano anche le teocrazie). Di sicuro tutto questo oassa più per la cultura che per leggi che mettono paletti.

§ 17 risposte a Quindi possiamo prendere a pugni le Sentinelle in Piedi?

  • geryatejina scrive:

    Perche’ “molto umilmente”?
    In genere l’umilta’ non e’ una prerogativa del tuo scrivere (penso ai “cretini antieuro”, ad esempio). Ma tocca essere umili di fronte al Papa? E parlare di “gaffe”, per non dire “cazzata”?

    Liked by 2 people

  • gdelzot@tin.it scrive:

    CERCA DI CAPIRE OLTRE IL SENSO STRETTAMENTE LETTERALE DELLE PAROLE DEL PAPA

    Mi piace

  • rainbowman56 scrive:

    Il rispetto è dovuto alle persone, non alle ideologie o alle religioni

    Liked by 2 people

  • topometallo scrive:

    è come per il razzismo: “non sono razzista, MA…”, “non sono contro i gay MA…” allo stesso modo “la libertà di espresisone è sacrosanta MA…” se ci metti un MA allora butti al macero quanto detto prima

    Liked by 2 people

  • Sì ma se la cultura si fa nelle “squole del regno” passi avanti non se ne faranno!

    Mi piace

  • Meursault scrive:

    Sono le parole irresponsabili di una religione che la padrona di casa descrive come “accogliente”.

    In merito al favolistico islam moderato, un dato:

    In the UK, a Gallup poll showed that none of the 500 British Muslims polled believed homosexuality to be “morally acceptable”, compared with 35% of the 1001 French Muslims polled.[37] A 2007 survey of British Muslims showed that 61% believe homosexuality should be illegal, with up to 71% of young British Muslims holding this belief.[38] According to a 2012 poll, 51% of the Turks in Germany, who account for nearly two thirds of the total Muslim population in Germany,[39] believe that homosexuality is a sickness.[40]

    Il 71% dei giovani musulmani inglesi, naturalizzati e integrati, nel 2007 pensavano che l’omosessualità dovesse essere illegale. Il resto delle amenità al vostro piacere. E ovviamente in Europa gli si permette di istituire scuole confessionali, sistemi giuridici paralleli, in Germania si discute (ed è stata applicata già in alcune scuole) sull’ora di ginnastica divisa per genere (maschi e femmine insieme sta male, signora mia), sorgono moschee nelle quali si parla (spessissimo con toni aspramente antioccidentali) una lingua non nostra e senza che ci sia un controllo diretto (tipo è così impossibile avere un interprete per moschea che traduca e inoltri le trascrizioni degli interventi?). Avallare ogni delirio trascendentale figlio di rigurgiti omofobici, misogini e oltranzisti nn è civiltà è suicidio culturale.

    Come mai tra tutti i sinistronzi che rompono le palle per la presenza delle basi americane in Italia (me compreso) non se ne trova uno che si chiede ‘come mai la Giordania e il Marocco si sono offerti di coprire le spese della nuova moschea di Milano?’ Pensate lo facciano per spirito di fede? Certe ingenuità e certe ruffiane cretinerie le pagheremo care.
    Ci vuole un attimo di lassismo e distrazione per perdere un diritto (e per i gay è semplicemente quello ad esistere) guadagnato in secoli. Se il gregge si vuole abbeverare nel torrente delle superstizioni faccia pure, ma in Europa non ci deve essere spazio per nessuna rappresentanza politica di certi convincimenti irrazionali (chiedi allo scout, fai la cortesia, di avanzare un ddl che vieti l’uso di simboli, nomi e concetti d’ispirazione religiosa nei partiti – udc compreso).

    E qual è la cosa più preoccupante di tutte? Il 71% dei giovani musulmani inglesi pensa, e rivela al sondaggista che gli promette l’anonimato, che l’omosessualità debba essere punita per legge ma non può dirlo. Perchè dirlo in Uk è reato. Questa si chiama situazione sotterranea pericolosamente esplosiva.

    Mi piace

    • topometallo scrive:

      In quanto sinistronzo da te accusato, mi permetto di risponderti.
      Una cosa è parlare dei musulmani come tutti terroristi, ed è a questo proposito che parlo di islam moderato, non cetto per come accetta i gay.
      Poi, che si tratti di una superstizione come il cattolicesimo che tanto piace alla padrona di casa che si è fatta infinocchiare dalle paroledell’argentino, nulla da eccepire. E che come tale sia pena di schifezze, nulla da eccepire. non so cosa dica il corano degli omosessuali, ma ho presente come considera le donne. Ricordo comunque, che le donne di Kobane che combattono sono musulmane e (ahimé) liete di esserlo, eppure eran riuscie a cambiare la propria condizione in modi che in altri paesi islamici è impensabile Quindi forse l’islam non è questo monolite, e come dicono in molti per fare in modo che il rigore dei musulmani ossa essere incrinato occore integrarli e non isolarli.
      Poi sui, sondaggi da te citati, noto che “none of the 500 British Muslims polled believed homosexuality to be “morally acceptable”, compared with 35% of the 1001 French Muslims polled” ovvero su 50 inglesi nessuno accetta gli omosessuali, mentre fra i francesi (sul doppio del campone, 1001) il 100% di intolleranti scende al 35. Quindi? Se facessimo un sondaggio analogo in certi rioni romani (dove parlano la nostra linga, toh) pensi che i cristiani darebbero valori differenti?
      Non dico certo che i musulmani siano una panacea per l’occidente. Ma che se vogliamo farli diventare tutti terroristi dobbiamo trattarli proprio come suggerisci tu, con diffidenza a prescindere.

      Mi piace

      • Meursault scrive:

        Errore. Il problema dell’Islam cosiddetto moderato è che nn fornisce nessun contraltare.
        Primo, esiste una marchiana differenza tra chi dice che l’omosessualità è “sbagliata” e chi auspica la galera per i gay (non trovi?).
        Secondo, non esistono gruppi gay islamici che abbiano un rilievo (cerca su google o su fb) e raccolgano le simpatie dell’Islam moderato.
        Non ci sono gruppi di pressione “progressisti” islamici che caldeggiano per i diritti degli omosessuali, nn ci sono pressoché intellettuali islamici che invocano rispetto e diritti. Sulla pagina dei Giovani Musulmani Italiani le parole “gay, omosessualità, gender ecc” sono censurate a monte quindi i post che chiedono lumi vengono automaticamente cassati. Sono gli stessi che in tv hanno detto che l’Islam “vuole essere la luce che illumina l’Europa”. Topo, mi dispiace, ma se nn conosci la posizione del Corano perché ti inerpichi in difese d’ufficio? Per fare sempre quello che “la Chiesa è uguale se nn peggio e la Lega è il male assoluto?”.
        Cito dal sito Al-Islam.org un forum informativo mondiale tradotto in 20 lingue che raccoglie 3000 e più articoli dull’Islam e considerato da moltissimi musulmani una fonte attendibile sulla dottrina:

        Si può vedere che, per quanto riguarda il Corano, l’omosessualità è un’“indecenza”, e che Allah (SwT) distrusse una nazione intera a causa di tale comportamento sessuale indecente.

        Nel sistema legale islamico, l’omosessualità è un delitto che va contro le leggi di Allah (SwT), e quindi punibile. In caso di omosessualità tra due maschi, il partner attivo deve ricevere cento frustate se non è sposato e ucciso se è sposato, mentre il partner passivo deve essere ucciso senza distinzione per il suo stato civile.

        Nel caso di due femmine (lesbismo), le peccatrici devono ricevere cento frustate se sono nubili ed essere lapidate a morte se sono sposate16.

        Perché l’Islam è così severo in questioni di fornicazione, omosessualità e lesbismo?

        Se il sistema islamico non avesse permesso la gratificazione dell’istinto sessuale con mezzi legittimi (senza che nessuna colpa vi sia associata), sarebbe giusto affermare che l’Islam è molto severo; ma, visto che effettivamente permette la soddisfazione degli istinti sessuali con mezzi legittimi, non è preparato a tollerare alcun comportamento pervertito.

        Gli omosessuali sono considerati il gruppo ad alto rischio per la Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS). Ciò dimostra che la natura non ha accettato l’omosessualità come un comportamento sessuale normale per gli esseri umani. Si dice agli omosessuali che per praticare il sesso sicuro devono usare il preservativo. Se l’omosessualità senza preservativo non è sesso sicuro, come può allora essere naturale? L’affermazione “è naturale, ma non sicuro” non rappresenta forse una contraddizione in termini?

        La bancarotta morale dell’Occidente è chiaramente evidente nell’attuale tendenza di alcune Chiese cristiane, che sono disposte ad alterare alcuni valori morali biblici per accomodare i capricci di quelli che vogliono giustificare la propria condotta immorale! Un chierico anglicano d’alto rango in America afferma che è ora che la sua Chiesa approvi una qualche forma di servizio o di rito che benedica l’unione di coppie seriamente impegnate dello stesso sesso17.

        Dopo un dibattito di tre ore nel 1987, il Sinodo Generale della Chiesa d’Inghilterra “decise che l’omosessualità è sbagliata, ma rifiutò di condannarla come peccato”18.

        Sembra che, invece di fornire una guida morale ed etica, la Chiesa sia dominata da particolari gruppi di pressione. Tali gruppi pretendono persino che le scuole pubbliche cambino la definizione di famiglia per rendere accettabile il proprio stile di vita.

        http://www.al-islam.org/node/25694

        Cogli la sottile differenza?

        Esiste, inutile negarlo, una spaccatura profonda da clero e corpus dei fedeli. Dagli ultimi rilievi statistici, ordinati proprio dalla Santa Sede, si apprende che il 90% dei cattolici è per la contraccezione, il divorzio e i diritti civili agli omosessuali.

        http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/12/i-cattolici-a-papa-francesco-si-a-matrimoni-gay-e-ai-sacramenti-per-divorziati/1024970/

        In quanto alla Francia, secondo il Pew Institute, è l’unica che nel range che va dal 2007 al 2013 ha perso il 6% di accettazione della condizione omosessuale. Questo sia per il massiccio flusso migratorio di quel periodo proprio dai paesi islamici, sia dall’adesione degli stessi gruppi islamici (e di sinistra, bada bene) ad iniziative del tipo Manif Pour Tous.

        E intanto in quel di Norvegia:

        http://www.informazionelibera.info/norvegia-centro-islamico-approva-la-lapidazione-verso-adultere-e-gay-video/

        E non era una riunione di terroristi.

        Il multiculturalismo è una chimera e produce disastri come quello inglese. La società multietnica? Certamente sì, ma con regole ferme e completamente a favore della laicità. Impensabili liste politiche ad ispirazione islamica (idem cattolica), impensabile lo ius soli, impensabile la divisione per genere nelle attività statali, impensabili amene riunioncine come quella norvegese.

        Ripeto: laicità e diritti sono conquiste di secoli ma si possono perdite in un battito di ciglia. Per lassismo culturale o incapacità di contestualizzare.

        Mi piace

      • geryatejina scrive:

        Secondo me nella vostra discussione non cogliete il nocciolo del problema. La distinzione importante non sta tra moderatismo ed estremismo religioso, ma tra religioso e non religioso.
        A voler osservare la realta’, risulta evidente che il moderatismo religioso non e’ altro che l’estremismo religioso annacquato da un po’ di buon senso, maturato grazie a conquiste culturali prettamente laiche, anzi illuministiche. Frutto della saggezza secolare e della parziale o selettiva ignoranza delle scritture (“ignorare” sia nel senso di non conoscere, sia nel senso di non considerare), il moderatismo religioso tradisce sia la razionalita’ – quando tollera l’irrazionalita’ di chi le scritture le abbraccia in toto, gli estremisti – sia la fede stessa, perche’ non la abbraccia completamente.
        Il problema del moderatismo religioso e’ quindi che, ammantandole di ragionevolezza, rende presentabili (e accondiscende a) quelle credenze che appaiono invece in tutta la loro brutalita’ ed intolleranza nell’atteggiamento del fedele radicale. Perche’ questo e’ il punto: l’estremista religioso e’ quello che considera i testi “sacri” alla lettera.

        Ora noi siamo tutti focalizzati sull’Islam, ed a ragione. Ma provate a considerare quello che fanno i radicali/estremisti cristiani nella Bible belt statunitense, e raccapricciate alla vista delle ‘Hell houses’, dei ritiri “spirituali” per bambini, dell’insegnamento del creazionismo come teoria alternativa (ma ovviamente da preferire) all’evoluzionismo darwiniano. E per toccare un tema di interesse qui, considerate la loro opinione su cosa e’ e come andrebbe trattato un omosessuale, o sull’aborto, l’eutanasia, e cosi via. Aberrazioni analoghe compiono comunita’ ebraiche in UK, tanto per dire.
        E le loro motivazioni sono da ricercarsi – per loro esplicita ammissione – in un’interpretazione letterale delle scritture. Questo e’ il radicalismo.

        Come e’ possibile che questi invasati possano perpetrare veri e propri abusi su milioni di individui (di cui molti bambini e minori) in nome della religione, negli Stati Uniti e nell’Inghilterra del 2015? La risposta sta appunto nella condiscendenza dei moderati (ossia la stragrande maggioranza) i quali non hanno ne’ strumenti intellettuali, ne’ adeguata competenza con le scritture, ne’ in fondo convinzione sufficiente per stigmatizzare ed isolare gli estremismi.
        E’ solo quando ci si liberera’ completamente delle superstizioni religiose che molte cose andranno naturalmente al loro posto, perche’ la nostra cultura secolare le ha fortunatamente maturate da molto tempo.
        Al contrario, finche’ esistera’ il moderatismo religioso, esistera’ anche l’estremismo religioso.

        Liked by 1 persona

        • topometallo scrive:

          Guarda, sfondi una porta aperta: io, ateo convinto, considero ogni religione, islamica cristiana ebraica buddista indistintamente alla stregua dell’astrologia e dei tarocchi (e anche di alcune credenze di farmacopea, ma ho paura di scatenare troppe reazioni): Chi affidi la propria esistenza a regole basate su superstizioni e idee metafisiche non merita rispetto, come dicono quelli “politically correct” e “super partes”. Al massimo, giusto per la convivenza, la condiscendenza che un adulto può dare ad un bambino che crede a babbo Natale. Questo è il mio istinto.
          Poi ‘purtroppo’ per mostrarmi come un essere dotato di intelletto devo usare quella che Pirandello chiamava “la corda civile” e dire che ok, finché non rompono i coglioni tutto bene. E sperare che l’incontro (e non scontro) con una società meno teocratica (finora) aiuti a rendere i credenti sempre meno credenti. Mentre fare come i legaioli, o la mummia dlela Fallaci o come il trollonzo che bazzica queste pagine, che oltre a insultare a destra e manca riporta ogni notizi di islamici “cattivi” ci porta solo ad un clima di terrore e di guerra e ad un indurirsi delle posizioni estreme.
          Ma dipendesse dal mio cervello rettile, altro che costruire Moschee, ci sarebbero da chiudere la Chiese…

          Liked by 1 persona

        • topometallo scrive:

          …e confesso a voi, fratelli e sorelle, che “la condiscendenza che un adulto può dare ad un bambino che crede a babbo Natale.” non è farina del mio sacco ma l’ho letta e apprezzata in qualche social, solo che purtroppo non ne ricordo l’origine e avevo scordato di segnalarne la non mia paternità. Non riuscivo a convivere con questa colpa😀

          Mi piace

        • geryatejina scrive:

          ehm, tranquillo, topometallo. L’avevo scritto io in un commento ad un recente post di Cristiana.🙂

          Mi piace

        • topometallo scrive:

          :-O belin, tranquillo mica tanto, questo non è neanche più alzheimer, qui sono al decadimento radioattivo dei neuroni…

          Liked by 1 persona

  • geryatejina scrive:

    @topometallo
    Se anche tu non sai deciderti tra quale sia piu’ assurda tra la religione e l’omeopatia, sappi che siamo almeno in due..🙂

    Liked by 1 persona

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Quindi possiamo prendere a pugni le Sentinelle in Piedi? su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: