L’autorizzazione a procedere, il tappo, il lavandino e l’astensione.

29 luglio 2015 § 2 commenti


La verità è che l’autorizzazione a procedere delle camere per uno dei propri componenti nacque con un intento diverso da parte del legislatore: impedire che la democrazia potesse essere imbavagliata, che un parlamentare scomodo potesse essere arrestato, magari per le sue idee. L’intento era giusto. La magistratura può sbagliare certo. Può esagerare, ma chi difende i cittadini normali quando questo accade? Un avvocato e non un’altra entità che decide se i giudici esagerano giudicandone le carte. In sostanza stiamo dicendo che i cittadini subiscono i tempi pazzeschi della magistratura e i parlamentari no. Sì è accettabile che chi rappresenta il popolo sia più protetto (sarebbe un discorso lunghissimo sull’agibilità della politica che riguarda anche i vitalizi il cui principio era giusto ed è diventato anche esso abuso), ma in questo tempo di sfiducia profonda nei confronti della politica in cui il diritto è diventato privilegio mi dispiace, ma bisogna che la politica faccia un passo avanti e si metta in discussione sanando quel divario profondo tra semplici cittadini e politici. Va riempito di fiducia. Si è praticamente svuotato di senso. Non lamentiamoci dell’astensione, i voti li perdiamo giù per un lavandino il cui tappo si perde proprio quando la politica si dimentica di mettersi sullo stesso piano dei cittadini.

Tag:, , ,

§ 2 risposte a L’autorizzazione a procedere, il tappo, il lavandino e l’astensione.

  • Gustavo Ulivi scrive:

    Hai ragione, Alicata.

    Ci mancava pure Ala, il partitino personale di Denis Verdini. Dieci senatori raccattati a destra e a manca si sono costituiti ieri in gruppo autonomo al Senato.

    La maggior parte era stata eletta con i voti che gli italiani avevano affidato a Silvio Berlusconi, alcuni di loro sono al secondo tradimento. Per vendetta, sete di potere e frustrazione si sono messi al servizio, e al soldo, del Pd di Matteo Renzi, seguendo le orme di Alfano.
    Nelle prossime settimane raccatteranno le briciole che Renzi getterà a terra: qualche posto, qualche incarico, e se verrà rispettato il copione della politica qualche appalto ad amici fidati. In cambio Renzi mette al sicuro per qualche mese la sua traballante maggioranza al Senato.

    I senatori di Ala servono a tenere in piedi una legislatura.
    È ben strana questa politica.
    Il governo di sinistra nelle mani dell’ex segretario (Alfano) e dell’ex organizzatore (Verdini) di Forza Italia. Renzi li ha comperati come panchinari della sua debole squadra, incurante che dovrà sottostare a qualche ricatto tipo quello messo in pratica ieri: il Pd costretto a smentire se stesso e a votare contro l’arresto di un senatore di Alfano, pena la caduta del governo.

    Questo è il premier e questa è la gente che dovrebbe salvare l’Italia. Tradimenti, ricatti e baratti per arraffare ancora un po’ di euro e salvare il posto in Parlamento. E poi si stupiscono che nei sondaggi Grillo voli, Salvini cresca e Renzi precipiti nel gradimento raggiungendo il minimo storico dei premier italiani.
    Un Ventennio di Anti-Berlusconismo per far fuori Silvio il Berluscone e poi trovarsi un governo di Sinistra con a capo Matteo il Berluschino che tira a campa’ con i voti di Alfano e di Verdini dimostra in modo inequivocabile che i Comunisti, i post-Comunisti e quell’aborto ideologico chiamato Renzismo di Politica non hanno mai capito una minkia.

    Mi piace

  • ileonilde scrive:

    Togli il diritto – e allora che cosa distingue lo Stato da una grossa banda di briganti? Se non è rispettata la giustizia, che cosa sono gli Stati se non delle grandi bande di ladri?

    Liked by 1 persona

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo L’autorizzazione a procedere, il tappo, il lavandino e l’astensione. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: