Volevo ricordare anche io Pasolini…

2 novembre 2015 § 4 commenti


D419-27…poi ho trovato questa foto.

Sono Pier Paolo Pasolini e Mario Alicata ad una mostra di Gottuso. Uno intellettuale ribelle, l’altro responsabile cultura del PCI come lo si faceva a quei tempi.

Ecco quello che ci manca di questi tempi è riuscire a far stare insieme due così che erano gli opposti. Perchè uno pensava profondamente che la cultura dovesse essere un esercizio fortemente connesso al bene comune e ad esso mirato fino a piegarla persino, l’altro pensava cose anche scomode, anche anarchiche e non si domandava a cosa servissero le cose che pensava. E per questo era un pericoloso rompicoglioni. Forse oggi nel 2015 possiamo dire che questa dialettica tra due modi di intendere il bene comune (uno di volerlo manovrare secondo una visione, uno di considerarlo irraggiungibile e forse solo raccontabile attraverso la scrittura e la pellicola) servirebbe come il pane a questo Paese. Manca come il pane un luogo dove litigare di cultura, dove convivano stili diversi. Non è nemmeno una questione di fusione tra case editrici. Mi fa specie che nessuno si fosse accorto che tra recensioni incrociate, in fondo, tutte le grandi case editrici sono già fuse in un monolite al netto di poche, pochissime eccezioni. Vabbè sarebbe un discorso lunghissimo.

§ 4 risposte a Volevo ricordare anche io Pasolini…

  • gdelzot@tin.it scrive:

    IL PROBLEMA NON E’ FARLI STAR INSIEME, E’ CHE PROPRIO NON CI SONO

    Liked by 3 people

  • Jacopo scrive:

    cultura e pensiero critico nell’italia di renzi? suvvia…

    Liked by 2 people

  • ileonilde scrive:

    non diamo a Renzi tutte le colpe, sono trent’anni che i cosiddetti “intellettuali” sono sdraiati sul potente di turno

    Mi piace

    • Jacopo scrive:

      vero, ma mai come in questi anni si è assistito a una così sguaiata esibizione di disprezzo, dileggio, scherno.
      oltretutto da persone, i sodali dell’attuale premier, che valgono meno di zero, accomunati solo da una fame di potere smisurata (ed è per questo che sono lì).
      è vero, molti “intellettuali” o presunti tali hanno mostrato e mostrano oggi la loro vera natura, di penosi lacchè del nuovo capo (un nome su tutti: serra, michele, non davide).

      per quelli che non si adeguano, i pochi, c’è l’oblio, oppure appunto lo sputacchio, quando non addirittura di peggio (penso ad esempio a erri de luca).

      se per pasolini quei tempi erano duri, e riuscì a salvarsi solo in forza della propria grandezza, impossibile da scalfire, questi lo sarebbero ancora di più.
      più subdoli, più velenosi, più superficiali.

      non è meglio per noi, che lui non ci sia più, ma forse per lui stesso sì.
      almeno non gli tocca assistere allo spettacolo…

      Liked by 1 persona

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Volevo ricordare anche io Pasolini… su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: