Bassolino e la rottamazione.

22 novembre 2015 § 5 commenti


E’ legittimo che Bassolino si candidi alle primarie del PD di Napoli. Lo fa senza avere la certezza di vincerle tantomeno di vincere le elezioni in caso di vittoria per le primarie. Il problema è perché non esiste a Napoli una generazione che abbia costruito un’alternativa pronta a rischiare di perdere. Il discorso potrebbe valere tale e quale per Roma dove chi comandava venti anni fa ancora comanda. La rottamazione profonda che chiede Matteo Richetti (e che io condivido) non passa però per i diktat della segreteria e nemmeno per una volontaria ed educata cessione di potere. Passa per la voglia di una nuova classe dirigente di mettersi in gioco e anche, in caso, di perdere. O comprendiamo questa cosa o non abbiamo capito nulla di questo tempo.

Tag:, , ,

§ 5 risposte a Bassolino e la rottamazione.

  • rodixidor scrive:

    Leggevo la notizia della candidatura di Bassolino e pensavo proprio negli stessi termini del tuo titolo: la rottamazione. Pensavo che in questi casi ha ragione Renzi, i vecchi politici che hanno dato devono saper mettersi da parte e fare politica in retroguardia. Senza levare i grandi valori di Bassolino primo sindaco non possiamo passare sulla circostanza politica che, scivolato sulla monnezza, è stato causa della vittoria di Berlusconi sul fronte nazionale. No, non è una candidatura giusta per il PD. Volendo vedere il bene di tale candidatura possiamo solo osservare che questa aiuterà la conferma di De Magistris come sindaco di Napoli.

    Mi piace

  • Lorenzo M. scrive:

    Un secondo dopo la nomina di Renzi quale segretario, la peggior classe politica a tutti i livelli si è scoperta renzianissima di ferro. Alle scorse primarie per i rinnovi delle cariche regionali del Lazio si sono sfidati vecchi arnesi a far gara a chi tra loro era il più fedele al segretario. Nel resto del paese non è che le cose siano andate meglio, ad ascoltare le grida di dolore dei pochi che ancora ci credono che ogni tanto vengono raccolte dalla stampa, ad accompagnare i risultati dei sondaggi che danno conto del lento naufragare del partito.
    Queste vecchie e giovani cariatidi, anziché essere accompagnate verso l’oblio che si meritano, costituiscono l’ossatura fondante del potere del segretario sul partito.
    Il problema non è affatto la candidatura di Bassolino. Quella semmai, insieme a quanto accaduto a Roma e alla rapida defenestrazione del suo sindaco, mal sopportato dalla componente arraffona del partito, è la spia di quanto la “rottamazione” non sia stata che fumo negli occhi, spacciata a piene mani da un arrivista che ha fatto tabula rasa di tutti i suoi possibili avversari e ucciso nella culla ogni possibilità di rinnovamento.
    Col risultato alla fine che al partito giusto i Bassolino restano.

    Liked by 1 persona

  • jamesnwwuifeu scrive:

    i il ritorno di bassolino è il sequel della mummia II il ritorno

    Mi piace

  • caterina scrive:

    La seconda che hai detto!!!

    Mi piace

  • Lorenzo M. scrive:

    E viste le notizie che arrivano da Napoli, nel momento in cui pure a Ncd si aprono le porte per partecipare “legittimamente” alle primarie del centrosinistra, la candidatura di Bassolino forse è l’ultimo dei problemi.

    Liked by 1 persona

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Bassolino e la rottamazione. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: