Meglio perdere. Se serve.

26 aprile 2016 § 1 Commento


In alcuni territori (ora dico una roba forte) è meglio perdere le elezioni. Saltare un giro, distruggere, radere al suolo i vecchi schemi. Questo (per la cronaca non è il PD del 2016), ma ahimé forse, come in molti luoghi, è qualcosa di persino antecedente al PD. Per questo vado dicendo come un’idiota (Cassandra era un’idiota, ricordate) che il PD al sud deve fare un’operazione alla M5S. Togliere vecchi poteri, legami, capi bastone e candidare una squadra di gente nuova senza alcun legame, magari senza preferenze personali o di cordata che però possa restituire dignità al Partito Democratico. Più attenzione al gruppo e al collettivo che ai singoli poteri individuali. In questo avremmo molto da imparare dal primo M5S (ormai si stanno correntizzando e personalizzando anche loro). Ma bisogna faticare di più e forse perdere in qualche posto dove il voto di scambio è ancora forte. E forse cambiare anche la legge dei consigli regionali, togliere queste maledette preferenze. E seguire i soldi. Dove diavolo li prendono gli eletti delle preferenze tutti questi soldi.

p.s. poi, siccome non sono giustiazialista, che la magistratura faccia il suo corso. E in fretta.

§ Una risposta a Meglio perdere. Se serve.

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Meglio perdere. Se serve. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: