Apologia dei grigi (storia del vero antipotere)

12 agosto 2016 § 2 commenti


Tempi difficili per i grigi. Il mondo sembra essere diventato un campo solo per chi porta la bandiera del nero o del bianco. Insulti coi nemici, idolatria dagli amici. Chi sta nel mezzo osserva. Ha amici da entrambi le parti. Li critica entrambi. Sa che i manager non sono sempre brutti e cattivi e che le fabbriche non sono più quelle degli anni settanta. Era la vecchia narrazione quella, comoda per gli intellettuali, buona per le coscienze radical chic. Ora i temi del lavoro sono altri ma non fanno tendenza, troppo frammentati per farci un titolo. Sa che il potere attira la feccia quella velocissima a muoversi quando il potere si sposterà, sa che quella feccia spintona si fa spazio in prima fila e fa danni. Sa che chi governa a volte sbaglia e vuole dirlo senza passare per Giuda perché sogna un mondo libero dove chi sta da una parte non è un fanatico ma dovrebbe essere un partecipante critico. E quando vuole dire che qualcosa, un qualcosa preciso, non tutto a prescindere, va bene passa per fanatico. Questo mondo (oggi, Italia) riduce in silenzio i grigi questa è la verità, la più grande violenza che molti di noi stanno subendo. Perché è una forma di potere anche stare dall’altra parte di chi governa nello stesso modo fanatico. Solo i grigi non stanno al potere.

§ 2 risposte a Apologia dei grigi (storia del vero antipotere)

  • ileonilde scrive:

    Cara Alicata, non so se ho capito cosa intendi con questo post. Intendi che non sempre tutta la ragione sta dalla stessa parte? E che quando pensiamo che la “nostra” parte abbia torto non possiamo dirlo? Oppure che la maggioranza è di parte qualunque cosa succeda e non vuole affrontare criticamente le decisioni del gruppo in cui milita?
    Dando per scontato che ho interpretato correttamente (e se no mi scuso), mi dici quando mai tu, qui, cioè pubblicamente, hai criticato almeno una delle decisioni prese daRenzi e da questo PD?

    Mi piace

    • kikina87 scrive:

      Ciao Ileonilde,
      Leggendo il testo io credo voglia dire che non è un’epoca in cui si possa stare nel mezzo senza essere criticati a prescindere dal colore politico🙂 almeno così ho capito io!!

      Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Apologia dei grigi (storia del vero antipotere) su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: