Possiamo stare uniti per un momento?

22 agosto 2016 § 1 Commento


Bene che si cominci a discutere di referendum con più umiltà e riportando la questione riforme su un terreno più collettivo. Bene l’invito affettuoso al presidente dell’Anpi a discutere di riforme. Bisognerebbe usare questi due mesi per rappacificare il centro sinistra ritrovare terreno comune. Bisognerebbe anche (e lo dice chi non fa mai mancare,credetemi, le sue durissime critiche) cominciare ad apprezzare di essere cittadini di un paese che valorizza l’Europa dei popoli, che spende soldi per recuperare i corpi dei migranti per darne sepoltura, che non cavalca la pancia razzista anche quando il governo è in difficoltà e che finalmente vede decine di foto di coppie gay che si uniscono. Se questo non è di sinistra. Manca ancora tantissimo secondo me. Detesto ogni forma di bonus, vorrei una riforma complessiva del welfare che determini davvero emancipazione femminile e quindi presenza forte dello stato accanto a chi fa figli a chi ha anziani e malati a chi è in difficoltà. Vorrei che il PD mettesse il matrimonio egualitario nel programma del 2018. Questo paese deve ricominciare a pianificare (il piano energetico, quello industriale, quello turistico) e per pianificare serve stabilità e coesione politica che certo le larghe intese o le alleanze con Alfano non possono dare. Però sono orgogliosa oggi che l’Italia abbia portato Germania e Francia a Ventotene. Possiamo dirlo senza dividerci come ogni tanto accade negli altri paesi, per un momento possiamo essere uniti su questo?

§ Una risposta a Possiamo stare uniti per un momento?

  • Dome scrive:

    Io non ne sono per niente orgoglioso. Temo questa Unione Europea al pari del Socialismo Sovietico e della Democrazia Americana. Anzi, la vedo proprio come somma delle due.

    Quello che non vedo e’ trasparenza. La responsabilita’ e’ tirata in ballo solo quando serve a non dimettersi (ogni riferimento e’ puramente casuale…). La consapevolezza invece e’ resa irrangiungibile. E’ impossibile capire cosa succede e vivere la democrazia appieno.

    E noi siamo qui che ancora parliamo di terrorismo, di coppie gay, di legalizzazione della marjuana, burka, vegani e qualunque altro argomento, basta che accenda gli animi, esacerbi le divisioni, (ri)accenda paure.

    Ma chi mi dice che non siamo stati conciati in questo modo proprio perche’ e’ solo cosi’ che possiamo rinunciare di nostra spontanea volonta’ (magari con un bel referendum…) alla nostra sovranita’?

    Non e’ mica colpa della Costituzione Italiana se siamo conciati cosi’, non facciamoci menar per il naso.

    Quando e’ no, e’ NO. Suvvia!

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Possiamo stare uniti per un momento? su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: