L’opposizione riparta da matrimonio egualitario e accoglienza migranti.

Le dichiarazioni di Fontana su migranti e Famiglie Arcobaleno che indeboliscono l’occidente (la razza in soldoni) sono inquietanti (direi peggio di Savona e incostituzionali nella stessa misura). Sono le posizioni di inizio secolo di molti movimenti politici (e non solo del nazismo) secondo cui zingari, ebrei, omosessuali dovevano essere estirpati contro il rischio di indebolimento genetico (persino Churchill ne fu sostenitore in tempi non sospetti). Siamo vaccinati? Forse. Lo saremo se avremo un’opposizione all’altezza che su quei temi dovrà evitare che vengano toccati i diritti acquisiti (non saranno così scemi da toccare le unioni civili, si ritroverebbero milioni di persone in piazza) e dovrà vigilare senza ambiguità sul tema dell’immigrazione e dell’accoglienza su cui ahimè l’ambiguità è cominciata con la criminalizzazione delle ONG e con la totale incapacità di affrontare il tema del razzismo crescente: la capacità di accogliere ed integrare del nostro Paese.
Secondo una conoscente elettrice e militante molto attiva del M5S e militante per i diritti degli omosessuali, il M5S è pronto a votare le leggi sui diritti civili proposte dal PD in coerenza con quanto affermato nella precedente legislatura. Ecco sarebbe molto bello (e dall’opposizione mi aspetto questo) che il PD presentasse subito una legge sul matrimonio egualitario (o almeno se proprio non tutto il PD non è d’accordo, ahem) sull’estensione della stepchild adoption per stanare il M5S. L’opposizione NON si dovrà fare vigilando che mantengano le promesse del contratto (che Dio ce ne scampi!), ma stanando le loro contraddizioni per mostrarne al Paese le bugie pregresse e le debolezze. L’opposizione non deve vigilare che le promesse vengano mantenute (il tema non è solo di sostenibilità economica, ma di opportunità), ma deve bocciare, contrastare, le cose che ritiene siano dannose per il Paese e proporre cose che pensa gli facciano bene. Sarà un lungo inverno, ma solo posizioni chiare e senza tentennamenti su alcuni temi ricostruirà il campo progressista (molto più dell’unità dei suoi capobastone, credetemi, di quelli possiamo fare senza).

p.s. se rispondete a questo post con la frase: l’Italia ha altri problemi, vi rispondo che l’Italia ha tantissimi problemi, l’uguaglianza dei gay NON è uno di questi. Appunto. Sui diritti civili questo governo farà silenzio o danni e non dovremo permettere che questo accada. Sui diritti sociali sarà lo scontro tra ricette diverse.