Il 1994 è finito. Di giustizialismo e democrazia.


Ora che dopo anni abbiamo una lista quasi infinita di politici indagati, gettati nel fango, annientati e poi assolti in via definitiva abbiamo tre scelte: o pensiamo che lo Stato sia corrotto fino al midollo, fino a controllare i giudizi per via definitiva assolvendo persone in realtà colpevoli (sarebbe una teoria molto eversiva) o chi indaga lo fa male (e magari fa le cose in fretta per motivi mediatici e rovina le inchieste) e non riesce a produrre prove oppure lo fa in malafede sopratutto sotto elezioni (o magari alcune inchieste vengono conservate per essere fatte uscire al momento giusto).

Ecco io faccio parte di quei cittadini semplici ai quali oggi un avviso di garanzia NON fa più alcun effetto e forse non vorrei nemmeno saperlo.

Diteci le cose quando avete finito e avete le idee chiare perché molte inchieste finite in un nulla di fatto hanno cambiato la storia del Paese e questo è grave. Quindi anche la magistratura (e sono nipote di un magistrato) senta addosso la responsabilità dell’impatto mediatico che ha il loro prezioso lavoro di “terzo potere”.

Cominciamo ad invertire la tendenza che ci ha fagocitato nel 1994 e a tornare democraticamente e costituzionalmente garantisti (ovvio che le sentenze devono essere veloci, lo Stato si organizzi per fare funzionare la giustizia, perché anche una giustizia lenta NON è indice di una buona democrazia)

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...