Ciao Pennacchi


Ciao Antonio Pennacchi grazie per avere raccontato l’agropontino e quel mondo amorfo, pieno e vuoto di identità, in cerca di storia e pieno di storia, contraddizione di se stessa appena cerchi di definirla che sono le nostre terre. Grazie perché tutti noi liceali di quei luoghi ci siamo ritrovati nella storia del fasciocomunista perché lì è così, è tutto mischiato, siamo tutti cresciuti senza soluzione di continuità anche se ci siamo menati, odiati, contestati e trapassati da una parte all’altra a seconda delle età. Grazie di essere stato un formidabile scrittore e un’insopportabile persona. #pennacchi

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...