Orlando. Il tema non e’ la follia. Il tema sono gli alibi.

Sembra che il tizio di Orlando fosse matto. E forse gay con il problema di esserlo. Il padre ha detto che i gay devono essere puniti dal Signore e non dagli uomini (bonta’ sua). Insomma il tizio, forse un po’ matto (ma voi come definite chi prende un fucile e spara su una folla di qualsiasi tipo o si fa esplodere? E questo vale in generale per chi oggi definiamo terrorista….) forse era gay ed era pieno di omofobia interiorizzata perche’ il padre molto religioso (ma ha usato le stesse parole di qualsiasi imbecille andato al Family Day) probabilmente a cena diceva queste cose sui gay e sul giudizio del Signore. Magari le diceva anche sugli ebrei. Magari uno del KKK molto cattolico le diceva o le dice sui neri. Qualcuno (cattolico o mussulmano) le dice anche sulle donne che devono stare a casa ed obbedire e non tradire. Insomma ok, forse chi spara ai gay o ammazza le donne o mette nei forni gli ebrei forse e’ matto. Ma forse la religione (usata male) gli fornisce degli ottimi alibi? Il tema non e’ la follia. Il tema sono gli alibi culturali.