Verrai a trovarmi d’inverno a Benevento.

Dopo un terribile incidente di moto, Elena, giovane e brillante chirurgo ortopedico, decide di trascorrere il periodo di convalescenza a Pantelleria, interrompendo drasticamente tutti i rapporti con l’esterno, fatta eccezione per suo padre, che rimane l’unico a sapere come poterla rintracciare.

Restano invece tagliati fuori Mattia, innamorato di Elena da sempre, seppur legato a lei da un vincolo familiare un po’ particolare, e Viola, la ragazza che Elena ama.

Nel suggestivo scenario dell’isola di Pantelleria, rinomata meta turistica che dal romanzo emerge anche come ruvida dimora e luogo simbolico di un isolamento cercato, talvolta subìto, si sviluppa una trama densa di ricerca del sé, nella quale fanno irruzione dei flashback che la protagonista rielabora per raccontare quanto accaduto, svelando man mano cosa ha sconvolto la vita dei protagonisti.

Verrai a trovarmi d’inverno, di Cristiana Alicata, è un libro che racconta luoghi e sentimenti, da sublimare nelle numerose e diverse nuances delle vicende umane che vi ritroviamo, indipendentemente dalle singole storie individuali.
Esploreremo queste pagine mettendo in gioco i nostri sensi in un reading multisensoriale che dia spazio, oltre che all’ascolto di alcuni brani del libro, narrati dalla voce dell’attrice Martina Iorio, anche alle altre percezioni del lettore. Lo faremo attraverso percorsi audio/video, odori e sapori in omaggio al territorio in cui il libro è ambientato, in una location suggestiva ed ammaliante allestita per l’occasione.

Ci guiderà in questo viaggio tra i sensi l’autrice insieme ad amici, artisti, lettori e tutti quanti vorranno liberare al mondo, partendo dalle impressioni offerte dal libro, un po’ di sé.

L’appuntamento è per il 10 settembre alle ore 19.00 presso la Libreria Luidig, Palazzo Collenea, Corso Garibaldi 95, Benevento.

Economia. Io non me ne intendo,…

…ma:

1) si faccia un accordo con le banche e si annullano le commissioni.

2) obbligo di POS in ogni esercizio (pure il bar)

3) reato penale per chi ha un esercizio e non è dotato di POS

4) si paghi tutto con la carta. Tutto. Il dentista, l’idraulico, il cappuccino, il pane.

E l’IVA sia scaricabile a tutti o togliamola. Così è solo un costo per il cittadino ed è visto come uno sconto in caso di elusione della fattura.

Dico stronzate?

FirmoVotoScelgo.

Contro il Porcellum. Pure io.

Middle Class.

Certo se Eugenio Scalfari pone la middle class tra i 90 e i 150 mila euro io sono molto preoccupata per la narrazione del Paese.

La verità è che si dovrebbe studiare. Sempre. Anche da vecchi. Ma sappiamo tutti che in Italia si vive di rendita mediatica. Anche tra gli autorevoli opinionisti di sinistra.

Verrai a trovarmi d’inverno – La recensione di Zandel sulla Gazzetta del Mezzogiorno.

Personaggi e paesaggi… “Tanto bene descritti da fare fatica a comprendere come ad esserne autrice è una giovane donna che, stando al risvolto di copertina, di formazione è ingegnere.”

Poteva aggiungere: “stupisce che sia del Pd” 🙂

Scioperi.

Mentre la Camusso nella noia generale convoca il solito, inutile, sciopero generale, il Calcio si ferma. E se si ferma il calcio la gente si ferma. Tutta. E Pensa. E allora forse può pensare di fare la rivoluzione…o qualche occupazione ad oltranza, di quelle serie alla francese, mica solo alla tunisina.

Consiglio alla Camusso di sentire Tommasi e di concordare i prossimi passi.

Babbo Natale non esiste.

Diamo questa triste notizia sul blog de IMille. Soprattutto A Francesco Cundari.