Gli ebrei e i diamanti.


Ieri sera a Milano. Entrando in un ristorante sui navigli un gruppo di persone sedute al tavolo fuori discute di finanza, crisi mondiale in un Ping pong di luoghi comuni. Mentre entriamo sentiamo con nitidezza la frase: “eh ma se gli ebrei aprissero la borsa piena di diamanti, sono loro che hanno il potere”.

Entriamo.

Dopo pochi secondi una delle persone sedute fuori si affaccia ad accoglierci. È il proprietario.

“Vi hanno già accolto?” Chiede

“No, abbiamo prenotato per 4”

“Prego”

Io esito. Lo guardo.

“Possiamo sederci anche se siamo ebrei?” Gli dico.

Arrossisce.

“Perché mi dice questo?”

“Sentivo che parlavate di ebrei”

“Veramente parlavamo di diamanti”

“E dicevate che li hanno tutti gli ebrei”

Arranca.

“Beh io non sono molto informato, ma è quello che si dice”

“Ed è falso. Era quello che credevano negli anni 30 durante la crisi e che ha generato 6 milioni di morti”

Ho provato a raccontare un po’ di storia. Del 1492. Dei ghetti. Dell’impossibilità di avere beni immobili che ha generato mestieri e tradizioni forzatamente. Che come le ho io ormai per certo anche lui forse è discendente di qualche ebreo costretto a convertirsi per evitare di essere perseguitato.

Non so se ho intaccato qualcosa.

Comunque uscendo ho detto: “comunque io faccio parte della lobby omosessuale, altra potentissima lobby di soli ricchi che mina la pace nel mondo e porta invasioni di cavallette, terremoti e carestie”

Non dobbiamo tacere. Negli anni 30 è stato il silenzio, il lasciar correre, il tollerare tutto questo che ha causato tutto quello.

4 pensieri riguardo “Gli ebrei e i diamanti.

  1. Magnifico. Io, per contro ieri sera all’uscita del cinema dove ho visto l’ufficiale e la spia, un amica ha esclamato “Beh, il Dreyfuss è stato tirato fuori dalla sua cella da linternazionale ebraica! Pensa se fosse stato un poveretto qualsiasi ancora ci marciva in cella. Tempi sinistri. I cliché sono duri a morire.

    "Mi piace"

      1. Mi chiamo Tessa Rosenfeld, e, sono di sangue misto! “quando ero piccola si discuteva tanto in casa del “povero Dreyfuss”.. Un tema, quello sugli Ebrei spinosissimo… Sono i cliché che atteriscono. Celano una volontà di non volere andare a fondo. Ed io, per educazione sono totalmente libera e non di parte. Ma queste frasi sono davvero indigeste.

        "Mi piace"

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...