Questi giorni di neve sulle strade.

20 gennaio 2017 § Lascia un commento

Non so spiegarvi perche’ ma sentivo che c’era ancora speranza sotto quel cumulo di neve per cui non ho detto nulla. Ho letto le polemiche, ho visto la turbina Anas aprire la strada e stasera dopo il lavoro le foto delle persone che uscivano da quell’Igloo venuto giu’ dalla montagna. Ho ricevuto la chiamata del presidente Anas, Gianni Armani, che mi ha chiamato solo per raccontarmi di questi giorni concitati, perche’ gli avevo scritto come andava, due giorni fa. Certo non aveva tempo per rispondere a me che sto quassu’. Mi ha detto, sai abbiamo appena tirato fuori una famiglia che da 4 giorni stava chiusa in casa senza luce. Ci siamo arrivati, li’ nella zona dell’albergo travolto. Mi sono tenuta informata ed in tensione da quassu’, avevo anche amici, ho amici a l’Aquila e nel Teramano – bloccati in casa e senza luce – e c’erano amici di amici ad essere arrivati per primi all’albergo con gli sci. E i giornali parlavano solo del silenzio e dei cani che non sentivano nulla. Poi la turbina Anas ha aperto la strada che da giorni non veniva pulita (perche’ magari il comune o la provincia non hanno i soldi per dotarsi di attrezzature per pulire la strada una volta l’anno)… perche’ i comuni non hanno i mezzi e solo l’Anas li ha. E allora, umilmente, fuori da ogni polemica voglio dire, di nuovo, che deve esistere un unico gestore e responsabile delle strade. Se posso chiedere una cosa al governo: definire subito le responsabilita’ di chi deve gestire le emergenze, perche’ era inutile pulire le strade statali di competenza Anas se poi la gente non poteva uscire di casa per raggiungerle.

Advertisements

Dopo la Salerno-Reggio Calabria, adesso la E45

28 dicembre 2016 § 2 commenti

Chi viaggia in macchina in Italia sa quanto alcune strade siano davvero ridotte male malgrado i livelli di traffico.

Finita la A2 (quella che avete sempre chiamato Salerno Reggio Calabria) oltre a dotarla di un processo di manutenzione continua (andate a vedere come sta la Messina Cefalù di competenza della Regione Sicilia, speriamo ancora per poco, inaugurata all’epoca in pompa magna da Berlusconi e attualmente in pezzi praticamente!) mettiamo mano anche alla Mestre Orte, la famosa E45.

Anche qui manutenzione bloccata per anni perché qualcuno voleva sostituirla con una grande opera inutile.

Oggi Anas da il via a tre appalti per lavori di manutenzione straordinaria del valore di 169 milioni di euro sulla E45. Il piu’ grande investimento mai fatto su questa infrastruttura.

E45-E55 “Orte-Mestre”, Anas: al via tre appalti per lavori di manutenzione straordinaria del valore di 169 milioni di euro

Oggi in Gazzetta Ufficiale tre bandi di gara per interventi sul corpo stradale e sulla segnaletica verticale lungo l’itinerario in Umbria, Toscana ed Emilia Romagna

Armani: “Stiamo attuando il più importante investimento mai destinato a questa infrastruttura”

Proseguono gli investimenti dell’Anas per la riqualificazione dell’itinerario E45-E55 Orte-Mestre, nell’ambito del piano di manutenzione straordinaria avviato lo scorso marzo, che prevede un impegno complessivo di 1,6 miliardi di euro per il risanamento profondo della pavimentazione, l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, il risanamento di viadotti e gallerie, l’adeguamento degli impianti tecnologici e altri interventi per il miglioramento della sicurezza della circolazione.

Sulla Gazzetta Ufficiale di oggi Anas ha pubblicato tre gare d’appalto del valore complessivo di 169 milioni di euro per interventi di manutenzione nel prossimo triennio in Umbria, Toscana ed Emilia Romagna, che si aggiungono ai 55 milioni di euro per ripristino della pavimentazione già in corso di aggiudicazione.

“Stiamo dando attuazione – ha affermato il Presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani – al più importante investimento mai destinato a questa infrastruttura, in linea con la nuova strategia di Anas che punta sulla manutenzione e sulla valorizzazione della rete stradale esistente, al fine di innalzare il livello di servizio e gli standard di sicurezza per la circolazione. La E45-E55 è un itinerario strategico con flussi di traffico in costante aumento, sul quale è opportuno investire in quanto costituisce l’unica direttrice nord-sud del paese senza pedaggio e il percorso principale verso i paesi dell’Est Europa, per i quali rappresenta anche il collegamento diretto con il porto di Civitavecchia”.

Il primo bando di gara pubblicato oggi riguarda, in particolare, l’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria del corpo stradale lungo la tratta E45 tra Orte e Cesena, per un valore complessivo di 100 milioni di euro suddivisi in cinque lotti: due lotti da 15 e 30 milioni per il tratto umbro nelle province di Terni e Perugia, un lotto da 15 milioni per il tratto toscano in provincia di Arezzo e due lotti d 15 e 25 milioni per il tratto romagnolo in provincia di Forlì Cesena.

Il secondo appalto riguarda l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria del corpo stradale lungo la tratta E55 da Cesena al confine regionale con il Veneto, per un valore complessivo di 60 milioni di euro suddivisi in due lotti: un lotto da 38 milioni per la tratta Cesena-Ravenna e un lotto da 22 milioni per la tratta Ravenna-confine veneto.

Il terzo appalto riguarda i lavori di manutenzione straordinaria della segnaletica verticale sulla tratta E45 Orte-Cesena, per un valore complessivo di 9 milioni di euro, suddivisi in tre lotti: un lotto da 5 milioni per il tratto umbro, un lotto da 1 milione per il tratto toscano e un lotto da 3 milioni per il tratto romagnolo.

Gli appalti saranno aggiudicati secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. Le procedure di aggiudicazione sono state attivate mediante Accordo Quadro che garantisce la possibilità di eseguire i lavori con rapidità nel momento in cui si manifesta il bisogno, consentendo risparmi di tempo e una maggiore efficienza.

Le imprese interessate devono presentare la domanda di partecipazione, esclusivamente in formato elettronico, tramite il Portale Acquisti Anas (https://acquisti.stradeanas.it) entro le 12:00 del 30 gennaio 2017.

Per informazioni dettagliate su tutti i bandi di gara è possibile consultare il sito internet www.stradeanas.it alla sezione appalti.

Roma. Torna la luce sul GRA

2 settembre 2016 § Lascia un commento

Non e’ l’annuncio della nuova giunta Raggi, sono proprio le luci sul GRA.

Stiamo re-illuminando il Grande Raccordo Anulare per voi. #Anas

#lucigra: illuminazione ripristinata su metà del Grande Raccordo Anulare di Roma, completamento previsto a fine ottobre

Avanzano i lavori avviati lo scorso aprile: accesi 1.500 punti luce e posati oltre 400 km di cavi elettrici con accorgimenti per evitare i furti e i danneggiamenti che avevano compromesso gli impianti.

Proseguono anche gli interventi di ripristino della pavimentazione stradale. Per i dettagli leggete qui.

Lavori in corso: bello o brutto?

1 agosto 2016 § Lascia un commento

A proposito di Roma e di cambiamenti. In queste notti troverete sul GRA un cantiere che si apre di notte (alle 23) e si chiude ogni mattina all’alba.
Questo per evitare di limitare il traffico durante il giorno e con grandissimo sforzo dei lavoratori Anas che stanno rimettendo l’illuminazione del GRA. In questo momento, durante il Consiglio di Amministrazione di Anas, mi stanno raccontando che all’una di notte di qualche sera fa si era creata un po’ di fila e gli automobilisti insultavano gli operai. Letteralmente.
Ecco, lo so che siamo abituati a pensare che un cantiere aperto rappresenta un’ inefficienza (perche’ magari sta li’ da anni!!!), ma non e’ il caso del cantiere notturno sul GRA che anzi sta risolvendo, finalmente, il tema dell’illuminazione mancante a causa dei furti con una nuova tecnologia antifurto e materiale meno appetibile per i ladri.
In parte e’ stato cosi’: infatti sulla A3 questa estate non li troverete.
E il cantiere sul GRA vive solo di notte, piu’ efficiente di cosi’!
Poi troverete (ove possibile non nelle zone da bollino rosso del traffico estivo) cantieri di manutenzione ovunque. In realta’ e’ una buona notizia perche’ come abbiamo detto piu’ volte in questi mesi, da quando siamo in ANAS, stiamo spendendo piu’ soldi in manutenzione che non in grandi ed inutili opere. #ANAS

Salerno-Reggio Calabria: prima estate a 4 corsie.

26 luglio 2016 § Lascia un commento

Questa estate per la prima volta la Salerno-Reggio Calabria sara’ aperta in tutte e 4 le sue corsie di marcia.
 
Ci sono ancora tante cose da fare per renderla ancora migliore e poi come tutte le altre strade avra’ il suo piano di manutenzione ordinaria. La cosa piu’ bella in questi casi non sono le foto delle inaugurazioni (che sono comunque doverose e simboliche), ma le persone che hanno lavorato in questi anni per renderlo possibile. #anas
 

Diario Salerno-Reggio Calabria: demolite altre due campate del Viadotto Italia.

5 maggio 2016 § Lascia un commento

Continua la demolizione del viadotto Italia, qui potete vedere il video.

Proseguono i lavori sul viadotto Italia con la demolizione controllata delle campate. Gli interventi rientrano nell’ambito dell’ultimo grande cantiere per l’ammodernamento dell’Autostrada Salerno – Reggio Calabria, tra i territori comunali di Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno e Morano Calabro.

Qui trovate il count-down dei lavori sulla SA-RC e lo stato dell’arte.

Riapre un tratto del viadotto Himera.

1 maggio 2016 § 4 commenti

Ieri è stato riaperto il viadotto Himera, il tratto non demolito: a dicembre 2015 fu demolita una tratta danneggiata dal cedimento di alcuni piloni dopo la frana di aprile 2015.
Quel viadotto subì la cessione di alcuni piloni e separò Palermo da Catania perchè furono chiuse entrambe le carreggiate. Vi ricorderete la tratta mezza crollata.

Nei mesi passati la viabilità era stata riaperta con un bypass costruito velocemente per consentire il tragitto. Oggi un tratto del viadotto sarà di nuovo percorribile ed entro il 2018 l’A19 sarà riaperta alla viabilità normale con un nuovo viadotto e una tecnologia d’avanguardia (“Il Piano in particolare prevede l’ammodernamento dell’arteria con 84 interventi di manutenzione straordinaria, lungo tutti i 192,800 km dell’autostrada, con i suoi 219 ponti e viadotti, 28 gallerie e 19 svincoli. Tale ammodernamento consisterà nel rifacimento della pavimentazione, della segnaletica e delle barriere laterali di protezione, nella ritinteggiatura delle pareti delle gallerie, nell’installazione di illuminazione a led, di impianti di ventilazione e di segnaletica luminosa. Saranno realizzati anche strumenti relativi all’infomobilità, quali centraline meteo, wi-fi, videosorveglianza, nuovi pannelli a messaggio variabile, nuova segnaletica turistica”).

Ci abbiamo messo un anno sì. Abbiamo monitorato gli effetti della frana e ricollaudato una struttura che aveva comunque subito un trauma e per la verifica finale era necessario attendere la demolizione del viadotto non recuperabile.

Oggi qualcuno irride il tempo impiegato e dimentica che proprio la fretta di inaugurare ha portato per esempio a superficialità nel collaudo dello Scorciavacche e che questo fu uno degli eventi che causò l’accelerazione nel cambio al vertice di Anas e alla ricostituzione del CDA Anas di cui faccio parte.

Come sempre siamo un paese di tuttologi, io mi fido dei nostri ingegneri ed è stato giusto dare importanza a questo momento, il sud ha bisogno di serietà.

Sul viadotto Himera trovate tutto qui.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria ANAS su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: