Il terrorismo inconsueto che uccide l’opinione pubblica.

7 gennaio 2015 § 6 commenti


Quello che mi angoscia di questa violenza che colpisce luoghi insoliti da luoghi che in modo consueto abbiamo sempre considerato i luoghi prediletti dal terrorismo sono le conseguenze. E’ come se ad essere colpita al cuore fosse quell’opinione pubblica che, come me, si è sempre opposta a qualsiasi delle cosidette guerre di democrazia. Non ci ho mai creduto. Ho sempre avuto chiaro che il petrolio, il gas e non la religione, la democrazia e via dicendo. Oggi mi interrogo su questa follia e so che saremo sempre più soli e che le vendette possibili avverranno nel silenzio. Mieteranno altre vittime innocenti. Questo terrorismo è stupido. Invece di portare dalla propria parte l’opinione pubblica europea e americana la sta spingendo tra le braccia di chi di quelle guerre, di quegli eccessi “buono” contro “cattivo” si è sempre nutrito e con le quali si è arricchito. In quanti si schiereranno con il no se mai dovesse essercene bisogno?

Advertisements

Tag:,

§ 6 risposte a Il terrorismo inconsueto che uccide l’opinione pubblica.

  • rainbowman56 ha detto:

    No, contro certi crimini abietti e vigliacchi occorre reagire con la forza, CON OGNI MEZZO NECESSARIO, entro i limiti della democrazia

    Mi piace

  • rainbowman56 ha detto:

    Vogliono uccidere la nostra libertà, basta con la vaselina dell’isdamicamente corretto!

    Mi piace

  • rainbowman56 ha detto:

    Quello che mi angoscia in quesata violenza sono le vittime innocentio e l’abietta volontà di reprimere il dissenso.

    Mi piace

  • Meursault ha detto:

    Per non cadere nella pastoia sinistroide, e lo dico da gay di sinistra (quindi non del pd), è bene sottolineare che l’Islam moderato equivale alla stagione delle riforme: tanto auspicato quando illusorio.
    Le posizioni “moderate” invocate da certa stampa sono velleitarie e del tutto lontane dalla realtà. Una ricerca condotta dal Pew Forum, su 38mila interviste a islamici in 39 paesi ha evidenziato particolari interessanti in totale contrasto con le regole basilari della democrazia: schiaccianti maggioranze caldeggiano l’imposizione della sharia, il 90% degli islamici condanna la prostituzione, l’80%-90% l’omosessualità e il suicidio, mentre sesso fuori dal matrimonio, bere alcool, aborto ed eutanasia risultano leggermente più tollerati specie in Europa (ma comunque condannati da più dei 2/3). Mi viene alla mente l’attentato ai danni di Teo Van Gogh in Olanda e la difficoltà dei suoi amici filmaker nel trovare musulmani moderati che lo condannassero. Quando i musulmani saranno in grado di accettare l’ateismo, supporteranno i diritti degli omosessuali e la libera scelta religiosa, in quel momento, e solo allora, si parlerà di religione compatibile con la democrazia.

    Mi piace

  • rainbowman56 ha detto:

    Allah akbar fanculo /2 > la risposta di Frigidaire
    Pubblicato il 7 gennaio 2015 di aldoricci
    RanXerox
    RanXerox

    ASSASSINI SENZA DIO
    di Vincenzo Sparagna, direttore di FRIGIDAIRE e IL NUOVO MALE

    “La terribile azione terroristica che ha ucciso alcuni dei nostri fratelli di satira e di idee di “Charlie Hebdo” a Parigi rende forse inutili e vane le parole. Ho ancora negli occhi il clima di collaborazione libera e meravigliosa della redazione di Charlie che ho conosciuto dall’interno. Tutti seduti attorno a un grande tavolone di legno rettangolare, disegnando, scrivendo, discutendo con passione. Ognuno con il suo carattere e le sue idee. Tra loro alcune delle vittime di cui si comincia a sapere il nome: l’impagabile Cabu sempre sorridente, il sornione e intelligente Wolinski, capace di improvvise illuminazioni, il giovane direttore Charb (Stephane Charbonnier), Tignous e tanti altri che non voglio nominare perché spero siano ancora vivi.

    La barbarie di questo atto ci sconvolge, ma deve anche spingerci ad agire. Qualsiasi forma di tolleranza verso l’intolleranza criminale di un Islam omicida non può più essere accettata. Né si può dire per consolarci che si tratta di una semplice minoranza di fanatici, perché alle loro spalle c’è un intero mondo reso cieco da una fede che, anche nelle sue forme più “moderate”, vuole stroncare nel sangue la libertà di pensiero e il diritto a vivere di chi non crede alla loro sedicente “parola di Dio”. Basta ricordare le innumerevoli condanne a morte per “apostasia”, la lapidazione delle donne stuprate perché “hanno dato scandalo” ecc. No, basta, questi mostri che uccidono a sangue freddo, che violano ogni umana sensibilità e ogni morale, sono degli assassini senza Dio anche se ammazzano nel nome di un Dio crudele e assurdo. Vanno condannati e combattuti senza esitazioni” – Vincenzo Sparagna

    Mi piace

Commenta se hai qualcosa da dire.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il terrorismo inconsueto che uccide l’opinione pubblica. su NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: